Travaglia concede il bis, dopo Wimblendon anche gli Us Open


Il tennista ascolano supera senza perdere un set i tre incontri delle qualificazioni e guadagna l’accesso al tabellone principale a New York. Dove al primo turno è atteso da derby dal pronostico chiuso contro il numero uno italiano Fabio Fognini

Dopo Londra, New York. Il tennista ascolano Stefano Travaglia ripete l’exploit compiuto a luglio in Inghilterra e conquista l’accesso al tabellone principale degli Us Open che prenderanno il via lunedì 28 agosto. Per il tennista ascolano è la seconda partecipazione ad un torneo dello Slam, conquistata con un percorso netto compiuto nel tabellone delle qualificazioni.

Nel quale l’ostacolo più duro Travaglia l’ha dovuto superare proprio al primo turno, contro il kazako Nedovyesov. Un avversario ostico che per quasi due ore ha tenuto testa al tennista ascolano che alla fine ha avuto la meglio con il punteggio di 7-6, 7-5. Superato molto tranquillamente, in appena un’ora, al secondo turno l’americano Harrison (6-3, 6-1), l’ultimo ostacolo tra Travaglia e il tabellone principale dell’Us Open era rappresentato dal 28enne tedesco Peter Gojowczk, meglio posizionato in classifica, 106° rispetto al 144° posto del tennista ascolano.

Ci si attendeva una dura battaglia ed un match equilibrato invece si è assistito praticamente ad un monologo. Sceso in campo determinato e molto concentrato, Travaglia è partito fortissimo e già nel terzo game si è procurato una prima opportunità di strappare la battuta al tennista tedesco. Che è riuscito momentaneamente ad evitare quel break che, però, ha poi subito nel suo successivo turno al servizio (quinto game), con il tennista ascolano che ha sfruttato la seconda delle tre opportunità.

E che al nono game ha nuovamente brekkato Gojowczk, chiudendo il primo set in appena 28 minuti con il punteggio di 6-3. Sulle ali dell’entusiasmo Travaglia mette subito a segno il break ad inizio del secondo set, volando in un attimo sul 3-0. Ma proprio quando il match sembra ormai in mano un piccolo calo di concentrazione permette al tedesco di rientrare in partita, con il contro break al quinto game. Sul 3-2 Gojowczk va a servire per riportare il set in parità e riaprire la partita. Ma il tennista ascolano reagisce immediatamente e metto a segno il nuovo break che alla fine risulta decisivo. Nel game successivo l’ultimo brivido, da 40-0 Travaglia si fa rimontare sul 40-40 ma si aggiudica il game ai vantaggi e vola sul 5-2.

Pochi minuti dopo l’ascolano non trema quando deve servire per chiudere la partita e, in poco più di un’ora, la pratica è archiviata con un doppio 6-3. Missione compiuta per Travaglia che accede così al tabellone principale ma non è troppo fortunato nel sorteggio. Che gli regala al primo turno il derby con Fabio Fognini, testa di serie n. 22 del torneo. Una partita difficile, con il pronostico chiuso. Servirà un’impresa al tennista ascolano per riuscire a vincere la prima partita del tabellone principale di un torneo dello Slam.

Ci era andato molto vicino a Wiblendon quando, contro il russo Rublev, aveva ceduto solo al quinto set, dopo essere stato avanti 2 set a uno. “E’ solo l’inizio” aveva promesso allora Travaglia che era arrivato anche al suo best ranking  (n. 139). Il proseguo dell’estate, però, non è stato molto esaltante. Ma nell’appuntamento importante il tennista ascolano non ha deluso, vincendo i tre turni senza perdere neppure un sete conquistando l’accesso al tabellone principale.

Visto l’avversario è probabile che Travaglia dovrà rimandare l’appuntamento con il primo successo in un torneo dello Slam. Ma la strada è quella giusta per poter entrare a far parte stabilmente del tennis che conta.

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.