Brilla la stella di Sofia Garbati nel panorama della musica internazionale


La studentessa del Liceo Artistico “Licini” di Ascoli Piceno ha realizzato il video lyric dell’ultimo singolo, “Drivers Licens”, della nuova star della musica americana Olivia Rodrigo. Dopo l’esame di maturità il suo futuro è negli Stati Uniti, probabilmente all’Accademia di New York

Da un piccolo paese dell’entroterra ascolano, Comunanza, al centro della ribalta della musica internazionale. Quella di Sofia Garbati, maturanda del V indirizzo multimedia del Liceo Artistico “O. Licini” di Ascoli Piceno, può essere considerata a tutti gli effetti una sorta di favola moderna. Ma forse sarebbe più corretto dire che la sua storia più semplicemente è la dimostrazione di come in questo mondo globale, dove attraverso la rete non esistono più confini e si azzera ogni distanza, il talento unito alla passione, alla perseveranza, al sacrificio a volte riesce davvero a trasformare i sogni in realtà.

Quello di Sofia si è concretizzato nel modo più incredibile e inatteso, con la realizzazione del video lyric dell’ultimo successo, “Drivers License”, della nuova giovane star della musica americana, Olivia Rodrigo. La 18enne californiana, inizialmente conosciuta per il suo ruolo nella serie tv “High School Musical: The Musical”, si è fatta apprezzare nel panorama musicale internazionale scrivendo e interpretando una delle canzoni di maggior successo della serie stessa, “All I Want”. L’8 gennaio scorso è uscito il suo nuovo singolo, appunto “Drivers License”, che ha subito “sbancato”. In pochissimi giorni ha scalato le classifiche americane, insediandosi immediatamente al primo posto della Billboard Hot 100 (la principale classifica dell’industria musicale statunitense, pubblicata settimanalmente sulla rivista specializzata “Billboard”).

Soprattutto, però, ha frantumato ogni record su Spotify e Amazon Music, diventando la canzone che nella storia ha ottenuto il maggior numero di ascolti in una settimana. In contemporanea con la pubblicazione del singolo è uscito anche il video musicale di “Drivers License” ma non quello lyric. Che, rispetto al video musicale, è costituito eminentemente da testo. Il primo video lyric della storia della musica risale al 1987 con l’indimenticabile “Sign o’ the Times” di Prince. Negli ultimi anni tutti le principali stars della musica internazionale affiancano al video musicale quello lyric, anzi molti di loro (Lady Gaga, Katy Perry, Muse, Maroon 5) sono soliti realizzarlo prima, come lancio preliminare della canzone. Nel caso di “Drivers License”, invece, dopo un mese dalla pubblicazione del singolo il video lyric non era stato ancora prodotto.

A realizzare una breve anteprima del video ci ha pensato la giovane studentessa del Liceo Artistico che, poi, lo ha pubblicato sul proprio profilo di Tik Tok ottenendo subito migliaia e migliaia di visualizzazioni. Un successo inatteso in quelle proporzioni, il breve video è piaciuto così tanto che si è mossa l’Universal Music Group che ha contattato Sofia, chiedendole di realizzare il video lyric per l’intera canzone.

Ho visto che per l’ultimo singolo di Olivia Rodrigo era uscito solo il video musicale e non quello lyric – racconta la studentessa del Liceo Artistico – così mi è venuta l’idea di fare una sorta di anteprima, della durata di circa 30 secondi, e l’ho pubblicata sul mio profilo Tik Tok, dove ha subito ottenuto tantissime visualizzazioni. Dopo alcuni giorni sono stata contattata dall’Universal Music Group e dal team di Olivia Rodrigo che mi hanno proposto di realizzare l’intero video lyric della canzone. Sono stata dietro la sua realizzazione per un mese, in realtà il video era pronto dopo 15 giorni ma poi ho dovuto lavorare per effettuare alcune modifiche per attenermi ai rigidi standard imposti dalla società discografica. Poi l’8 marzo il video, realizzato in 3D e tutto sul computer, è stato pubblicato sulla piattaforma Youtube (https://www.youtube.com/watch?v=JCfMkY-PbDs) e in pochissimo tempo ha subito raggiunto e superato il milione di visualizzazioni. Fare questo è sempre stato il mio sogno, ma non mi sarei mai aspettata di essere contattata, credevo che vivere in un paese piccolo potesse rappresentare una limitazione”.

Anni fa sarebbe stato così, ora non più e può quindi capitare che chi ha talento e qualità possa comunque “sfondare”, anche se vive in un paese piccolo, sconosciuto ai più. Sofia Garbati di talento indiscutibilmente ne ha da vendere ed ha avuto anche la fortuna e la bravura di scegliere la scuola per lei ideale, il Liceo Artistico “O. Licini”, che ha contribuito in maniera determinante a plasmare il suo talento, ad esaltare le sue enormi qualità, mettendola innanzitutto nelle condizioni di esprimerle al meglio ma anche e soprattutto fornendole le basi necessarie per farlo. Lei, poi, ci ha aggiunto una straordinaria abnegazione e la voglia e il sacrificio per portare avanti quella smisurata passione che coltiva sin da quando era piccola.

Faccio video da molto tempo – racconta – sin da piccola, all’epoca seguivo un ragazzo molto noto tra gli adolescenti che faceva video su youtube e promuoveva una sorta di competizione tra i suoi fans, invitandoli ad aprire una pagina e a fare video. Questa cosa mi ha insegnato la perseveranza, ogni giorno facevo un video, ho passato la mia adolescenza a fare video. E mi sono resa conto che la scuola ideale per me, l’unica che potesse darmi l’opportunità di esprimermi era il Liceo Artistico”. Scelta quanto mai azzeccata e non solo perché ormai da anni il Liceo Artistico ascolano si è affermato come una delle realtà più interessanti del panorama scolastico non solo locale.

Il Liceo Artistico mi ha dato tantissimo – afferma Sofia Garbati – in particolare mi ha dato molto da un punto di vista concreto, ad esempio nell’acquisizione delle tecniche e dei vari passaggi. Inoltre mi ha dato la possibilità di partecipare con la mia classe ad una serie di concorsi che hanno consentito di arricchire la mia esperienza nel settore”. Per altro va ricordato che la classe di cui fa parte Sofia Garbati, sotto la guida della professoressa Cinzia Vagnoni, in questi anni ha ottenuto una serie di importanti riconoscimenti nazionali e regionali in occasione di quei concorsi, in particolare per quanto riguarda il progetto su pace e sostenibilità e sul mondo dell’inclusione. Anche in questi giorni Sofia insieme alla sua classe sono al lavoro per partecipare ad un nuovo concorso.

Si tratta del concorso “Immagini per la terra” organizzato da Green Cross Italia con il patrocinio del Miur sui temi dell’ecologia e della sostenibilità – spiega la prof.ssa Vagnoni – con Sofia stiamo rigenerando un video che ha già vinto il concorso su pace e sostenibilità”. Per quanto riguarda la ragazza di Comunanza il suo futuro sembra già delineato: dopo l’esame di maturità, gli Stati Uniti. “Sto pensando di trasferirmi negli Stati Uniti dopo la maturità – confessa– probabilmente per frequentare l’Accademia di effetti speciali di New York. Ho già iniziato a ad organizzarmi, non sarà semplice il distacco dalla mia famiglia ma i miei genitori sono orgogliosi di quello che sto facendo e del mio percorso. All’inizio, quando ho scelto il Liceo Artistico, erano increduli e molto titubanti, poi hanno capito che era la scelta migliore ed ora sono felici per me”.

Non resta, quindi, che augurarle un grandissimo in bocca al lupo, con la certezza che sentiremo ancora a lungo parlare di lei.

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *