L’Ascoli scende in campo contro il bullismo


La società bianconera presenta “#ABC – A come Ascoli, B come Bullismo, C come Combattiamolo”, un progetto che prevede una serie di incontri nelle scuole del territorio tra i calciatori bianconeri e gli alunni per sviluppare il tema del bullismo

Dopo i primi risultati positivi sul campo, l’Ascoli torna protagonista anche nel sociale. La società bianconera ha, infatti, presentato il progetto scuole che intende promuovere negli istituti scolastici del territorio per la stagione 2018/2’19. Si tratta di “#ABC – A come Ascoli, B come Bullismo, C come Combattiamolo”, un progetto che prevede incontri nelle scuole tra i calciatori bianconeri e gli alunni per sviluppare il tema del bullismo e per raccontare episodi che hanno visto protagonisti i giovani allievi all’interno o all’esterno del contesto scolastico.

Soprattutto, però, si tratta di un’iniziativa che l’Ascoli calcio promuove tra i giovani per dire no al bullismo. Che proprio nella scuola trova solitamente l’ambiente primario in cui si sviluppa. Il progetto prevede 7 incontri che saranno l’occasione per sviluppare il tema del bullismo. Anche i calciatori racconteranno le proprie esperienze sul tema nel contesto sportivo, distinguendo la semplice goliardia dal bullismo. Ogni Istituto scolastico dovrà nominare un referente del progetto, che sarà l’interfaccia dell’Area Comunicazione dell’Ascoli Calcio.

Il referente concorderà con l’Area Comunicazione giorno e orario di visita dei calciatori agli alunni della scuola, che, per l’occasione, saranno fatti confluire in un unico ambiente (aula magna, palestra o sala esterna alla scuola). Il referente del progetto il giorno della visita a scuola si impegna a consegnare al responsabile del progetto : l’autorizzazione a fotografare e/o riprendere gli alunni e a pubblicare le immagini fotografiche o video sui canali di comunicazione ufficiali (sito web, social network, TV ufficiale, ecc.).

Gli alunni che hanno aderito al progetto avranno poi la possibilità di assistere ad una partita di campionato dell’Ascoli al prezzo simbolico di 2 euro. In particolare il giorno in cui i bianconeri disputeranno la partita di campionato al Del Duca, gli alunni dell’Istituto scolastico visitato in settimana saranno ospitati nel settore Distinti con la Tariffa #ABC al prezzo simbolico di 2 euro. Il giorno della visita a scuola, i calciatori dell’Ascoli Calcio consegneranno agli alunni gli “inviti” alla partita.

L’ “invito” è una cartolina “special edition” con l’immagine simbolo del progetto contro il bullismo su cui va impresso il timbro della scuola affianco a quello dell’Ascoli Calcio. Esibendo la cartolina con doppio timbro presso i punti vendita Vivaticket si ha la possibilità di acquistare un biglietto al prezzo simbolico di 2 euro con tariffa “#ABC”, previa esibizione da parte dell’accompagnatore maggiorenne (in caso di alunno minorenne) di un documento di riconoscimento in corso di validità. Entro il successivo 30 aprile, poi, ciascun istituto che ha partecipato al progetto dovrà far pervenire all’Ascoli Calcio (email v.lolli@ascolipicchio.com e v.lolli@ascolicalcio1898.it) un video, girato con cellulare, che rappresenti uno spot contro il bullismo.

Oltre al video, che può essere ambientato a scuola, per le vie della città o allo stadio, è necessario inviare anche la liberatoria firmata da entrambi i genitori degli alunni/attori. Tutti i video saranno pubblicati sulla Pagina Facebook Ufficiale dell’Ascoli Calcio. I tre video (uno per l’istruzione primaria, uno per l’istruzione secondaria di primo grado e uno per l’istruzione secondaria di secondo grado) che ottengono, entro un limite temporale prestabilito, il maggior numero di “like” saranno i vincitori del progetto.

Gli alunni dell’Istituto vincitore del progetto avranno diritto a trascorrere nel mese di maggio una mattinata in compagnia della squadra dell’Ascoli Calcio e dello staff tecnico presso il Picchio Village (in alternativa presso lo stadio Del Duca) in occasione di una seduta di allenamento. Visite guidate saranno effettuate all’interno dell’impianto con la possibilità di entrare nelle stanze normalmente inaccessibili come gli spogliatoi della squadra, lo spogliatoio dell’allenatore, la sala medica, la sala antidoping, la sala stampa.

Al termine dell’allenamento sono previsti a bordo campo l’incontro con la squadra e le foto ricordo coi calciatori all’interno della maxi cornice “#ABC: A come Ascoli, B come Bullismo, C come Combattiamolo”. Davvero una bella iniziativa per l’Ascoli che, dopo quello decisivo di sabato scorso di Ardemagni, ha messo a segno un gol se possibile ancora più importante.

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.