Ascoli, i Sibillini e le Marche protagonisti ai Mondiali di calcio


In occasione dei quarti di finale e delle semifinali in onda sui canali Mediaset 23 spot che promuovono il territorio marchigiano, “con la finalità di rilancio prioritario dei territori colpiti dal sisma, armonizzata con l’esigenza di promuovere le Marche nel suo complesso”

Ascoli e i Sibillini, ma anche il mare e gli altri luoghi d’arte delle Marche sbarcano ai Mondiali di calcio. A partire dai quarti di finale che iniziano oggi (venerdì 6 luglio) alle 16 con Francia-Uruguay una serie di spot promozionali del territorio marchigiano andranno in onda sui canali Mediaset nel corso delle partite. Montagna, borghi e sport, città d’arte e mare. Sono questi i temi scelti per gli spot della Regione Marche.

In particolare si tratta di 23 spot da trenta secondi che nelle giornate dei quarti di finale (6 e 7 luglio) e poi nel corso delle semifinali (11 e 12 luglio) andranno in onda anche su La5, Iris e Tgcom24 e altri spazi che stanno registrando un costante aumento di telespettatori. Si parte nel pomeriggio di venerdì 6 luglio con 12 spot da 30 secondi su Canale 5 e Mediaset Extra (che trasmette le partite dei Mondiali con la telecronaca della Gialappa’s) nel break, subito prima dell’inizio della partita. Gli spot ricalcano quelli andati in onda ad inizio anno e si concludono con la voce di Giancarlo Giannini che recita il claim “Marche bellezza infinita”, con il sottofondo musicale tratto da “La Cavatina di Rosina” del “Barbiere di Siviglia”, in omaggio alle celebrazioni rossiniane in corso.

La scelta dei luoghi nelle immagini degli spot – si legge nel comunicato stampa con il quale la Regione annuncia la messa in onda degli spot – ha la finalità di rilancio prioritario dei territori colpiti dal sisma, armonizzata con l’esigenza di promuovere le Marche nel suo complesso”. Quindi priorità è stata data ai territori così duramente colpiti dal sisma ma spazio è stato riservato anche agli altri luoghi della regione, dal mare alla montagna, per promuovere le Marche nel suo complesso.

Tre sono i tipi di spot predisposti, il primo dedicato a montagna, borghi e sport con particolare riferimento all’area dei Sibillini. Il secondo che promuove le città d’arte, con le immagini che partono proprio da Ascoli Piceno e poi toccano gli altri capoluoghi delle Marche, da Macerata e Fermo, da Ancona a Pesaro. Il terzo ed ultimo è invece riservato al mare e alla costa marchigiana. Quindi, almeno sulla base di quanto sostiene la Regione, non è stato tralasciato alcun aspetto.

La campagna televisiva segue quella radiofonica già in atto e si integra alle altre attività di promozione turistica che stanno dando ottimi risultati. Parliamo, in particolare, della pubblicazione a giugno dello “Speciale Marche” su “Dove” (il mensile dedicato al turismo della Rcs) e de “La Grande Bellezza” su QN, ma anche e soprattutto della campagna su Youtube e Google promossa dall’Enit per le regioni del centro Italia colpite dal terremoto (Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria).

Una campagna che ha già visto la pubblicazione dei primi tre video, con risultati straordinari, e che ora vede arrivare il quarto video della serie dedicato alla magia dei borghi incastonati tra le montagne dell’Appenino che conservano non solo un patrimonio di arte e di tradizioni popolari, ma anche la tradizione della buona tavola e dei prodotti enogastronomici. In altre parole un video promozionale che mette insieme il fascino dei borghi con il cosiddetto “lifestyle”, una sorta di inno all’identità delle quattro regioni.

Lo spot, girato tra la fine del 2017 e il 2018, è visibile da alcune settimane ed è stato al centro della promozione effettuata dall’Enit nel corso del suo tour europeo tra le più importanti fiere di settore (la FESPO di Zurigo, l’Holiday World Show di Dublino, il Salon de Vacances di Bruxelles, l’Holiday World di Praga e la FR.E.E. di Monaco di Baviera, l’ITB di Berlino, il Salon Mondial du Tourisme Destination Nature di Parigi).

I primi tre video-spot, dedicati alle acque, alla natura, alla storia e alla cultura delle 4 regioni, hanno raccolto circa 8,5 milioni di visualizzazioni complete sul web, con un tasso che ha superato la media di mercato del 32,55%, determinando un aumento delle ricerche su Google relative alle Marche (e anche alle altre tre regioni) dell’82%.

Tornando agli spot che verranno trasmessi nel corso delle partite di quarti di finali e semifinali, va sottolineato come fino ad ora le partite dei Mondiali su Mediaset abbiano fatto registrare un vero e proprio boom di ascolti, con un aumento del 15% rispetto ai precedenti mondiali del 2014 e una media per le partite del prime time (quelle che si disputano alle 20) di quasi 8 milioni di spettatori.

Quindi una platea molto numerosa e importante che, a partire dal pomeriggio del 6 luglio, potrà ammirare il fascino e la bellezza del territorio marchigiano nella sua interezza.

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.