Fenati è solo 7° a Sepang, Mir vince ancora


Il pilota ascolano è solo settimo in Malesia. Fenati paga una cattiva partenza e si ritrova nelle retrovie dopo un incidente. Buona rimonta poi dell’ascolano ma davanti Mir, Martin e Bastianini sono irraggiungibili

Romano Fenati tornerà dalla Malesia con grandi rimpianti. Il pilota ascolano a Sepang ha sprecato l’occasione di lottare per un’altra vittoria o per un altro podio a causa di una cattiva partenza. Fenati partiva solo settimo dopo una qualifica non delle migliori e al via è partito male perdendo terreno. Una manovra sconsiderata del giapponese Suzuki poi ha fatto perdere ulteriore terreno all’ascolano che è rimasto in piedi a fortuna.

Da quel momento in poi l’ascolano, che era scivolato in quindicesima posizione, ha iniziato una bella rimonta, riuscendo a tornare nella top ten e risalendo anche fino alla quinta posizione. Fenati ha provato a riprendere i primi quattro che ormai erano lontani e poi ha dovuto cedere in volata ed è arrivato soltanto settimo. Un vero peccato perchè Fenati era veloce quanto i primi tre e poteva lottare per il podio e per la vittoria.

A vincere è stato il solito Mir che ha lottato per tutta la gara con Martin e Bastianini e ha approfittato della lotta tra i due per staccarli e vincere la decima gara della stagione. Fenati in ogni caso ha consolidato il secondo posto in classifica, che ora è matematico. Ora manca solo la gara di Valencia. Sarebbe bello se Fenati finisse la propria carriera in Moto 3 con un podio o magari anche con una vittoria. E poi per l’ascolano sarà il tempo di pensare al campionato di Moto 2.

LA CRONACA

Al via Martin prende la vetta mentre Fenati non parte benissimo dalla settima posizione e perde qualche posizione scivolando in dodicesima posizione. Al termine del primo giro Fenati viene coinvolto nell’incidente di Suzuki ma riesce a rimanere in piedi, pur perdendo altre posizioni. Davanti Martin è in fuga e Fenati è già staccato anche dal gruppo in lotta per il podio, guidato da Mir. Il gruppo in lotta per il podio è formato da sei piloti mentre Fenati è ancora solo tredicesimo.

Fenati vuole rimontare e fa segno ai piloti che ha dietro di seguirlo senza darsi fastidio per ritornare sui primi. L’ascolano fatica a rientrare sui primi perchè davanti non si passano di frequente come accade quasi sempre in Moto 3 e perde ulteriore terreno quando Danilo gli cade davanti. In testa Mir stacca gli altri in lottta per il podio e va a riprendere Martin. Fenati approfitta della caduta di Antonelli per rientrare nella top ten.

Davanti Mir passa in testa mentre i piloti si sgranano a causa della caduta di Antonelli. Fenati sale in nona posizione approfittando della caduta di Norrodin. Bastianini intanto torna sui primi due e va a lottare per la vittoria. Fenati intanto passa Canet e sale in ottava posizione. L’ascolano passa anche Di Giannantonio i primi ormai sono lontani. Davanti Bastianini i due spagnoli in un colpo solo e va al comando. Fenati intanto è risalito fino al quinto posto ed è in un gruppo con vari piloti in lotta per un buon piazzamento.

Davanti i tre di testa iniziano a passarsi di continuo mentre Fenati stacca i suoi inseguitori e rimane quinto da solo ma Loi quarto è lontanissimo. A tre giri dalla fine Bastianini e Martin si danno fastidio e Mir guadagna qualche metro. Fenati è ancora quinto e a questo punto deve solo pensare a difendersi dal rientro degli avversari e a mantenere la quinta posizione. L’italiano viene ripreso a due giri dalla fine. Mir vince davanti a Martin e Bastianini. Fenati è in solo settimo in volata. (DDS)

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.