Aragon amara per Fenati, definitivo addio ai sogni mondiali


Gara anonima del pilota ascolano che parte male, resta sempre lontano dai primi, non riesce a risalire il gruppo e alla fine non va oltre il decimo posto ad Aragon mentre il rivale iridato Mir vince la gara, ipotecando di fatto il titolo mondiale

Questa volta Aragon non ha portato fortuna. Sulla pista in cui Romano Fenati aveva vinto e ottenuto podi in momenti difficili, quest’anno ha dovuto dare l’addio ai sogni rimasti di titolo mondiale. Il pilota ascolano complice una brutta qualifica e una brutta partenza non è andato oltre la decima posizione. In una gara accorciata per via della nebbia che aveva colpito il circuito di Aragon la mattina è stato il leader del mondiale Mir a vincere il gran premio. Fenati è stato invischiato nel traffico per tutta la gara e, complice una moto poco veloce sul dritto, non è riuscito nella rimonta Podio completato da due italiani, Di Giannantonio e Bastianini. Mir ora ha 80 punti di vantaggio su Fenati. Mancano 4 gare e i punti a disposizione sono solo 100, Fenati deve dare l’addio ai sogni di mondiale.

LA CRONACA

Al via Martin tiene la vetta ma Bastianini lo passa subito e va al comando mentre Fenati parte male e perde qualche posizione. Martin torna davanti alla fine del primo giro, con i primi due che tentano la fuga. Mentre i primi due continuano a superarsi Fenati è inivischiato in quindicesima posizione. Davanti la fuga viene bloccata e nel gruppo di testa le posizioni cambiano ad ogni curva. Fenati è ancora in difficoltà ed è solo quattordicesimo. L’ascolano è comunque nel gruppo di testa, composto da una quindicina di piloti. A sette giri dalla fine si crea un buco intorno alla decima posizione, mentre Fenati è ancora quattordicesimo. Davanti i più competitivi sembrano Martin, Mir, Canet e Bastianini.

A cinque giri dalal fine Rodrigo cade e Fenati ne approfitta per passare due piloti ma è comunque undicesimo. Davanti Di Giannantonio arriva tra i primissimi e si prende anche la vetta. A tre giri dalla fine Fenati riesce a tornare tra i primi dieci. Di Giannantonio inizia l’ultimo giro in testa ma Mir lo passa. Lo spagnolo chiude tutte le porte e vince la gara davanti a Di Giannantonio e Bastianini. Fenati non va oltre il decimo posto e dice addio ai sogni iridati. (DDS)

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *