La più bella del reame, vince ancora Porta Solestà


L’incantevole dama gialloblu, Anastasia Lori, vince il concorso promosso sui social dalla Cna Picena sull’abbinamento tra le dame della Quintana e i gioielli realizzati dai maestri artigiani orafi. Al secondo posto la dama di Sant’Emidio

Aveva incantato il pubblico presente lungo tutto il percorso della sfilata e al Campo Squarcia con la sua straordinaria bellezza ma anche con la sua classe, con il suo portamento e con il suo indiscutibile fascino. Ora per Anastasia Lori, splendida dama di agosto del sestiere di Porta Solestà, arriva anche il riconoscimento dei social. Questa mattina, infatti, la Cna Picena, con un comunicato stampa, ha reso noto il risultato del concorso sull’abbinamento dame della Quintana di Ascoli e i gioielli realizzati dai maestri artigiani orafi.

I social – si legge nel comunicato –  hanno decretato, dopo tre giorni di segnalazioni online, la vittoria dell’abbinamento della dama del sestiere di Porta Solestà con il gioiello realizzato da Antonio Tomaselli. Al secondo posto la dama di Sant’Emidio e il gioiello realizzato per lei dal maestro orafo, e portavoce degli orafi della Cna Picena, Giuseppe Coccia. Terza la dama della Piazzarola, con il gioiello di Marilina Gasparrini”.La dama di Porta Solestà ha incassato quasi il triplo delle preferenze delle altre due dame.

In realtà non c’erano molti dubbi in proposito, visto il gradimento ottenuto nel corso della sfilata di domenica scorsa e il “diluvio” di commenti e giudizi positivi letti in questi giorni sui social, con qualcuno che addirittura si è spinto a sostenere (probabilmente a ragione) che quella gialloblu è una delle dame più belle e più affascinanti dell’ultimo decennio. Molti commenti e giudizi positivi sui social anche per la dama di Sant’Emidio, Angela Piotti Velenosi.

Complessivamente in questi giorni sul sito della Cna di Ascoli Piceno hanno votato più di duecento persone. “Abbiamo raggiunto – è il commento di Andrea Fusco, responsabile provinciale di Cna Artistico – l’obiettivo di tenere ancora accesi i riflettori sulla manifestazione e sul lavoro dei nostri artigiani anche dopo la festa e la gara”. “Obiettivo di una promozione dell’arte e del territorio che duri tutto l’anno – aggiunge Giuseppe Coccia, portavoce provinciale degli orafi Cna – che come Cna continueremo a perseguire con eventi e azioni programmate già a partire dalla fine di questo periodo di ferie estive”.

Per il sestiere gialloblu, dopo il “cappotto” (la vittoria in entrambe le edizioni), un’altra grande soddisfazione in questa memoribile (ovviamente per Porta Solestà) Quintana 2017.

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.