Fenati altro podio, è splendido secondo sul bagnato a Brno


L’ascolano su una pista spesso amara in passato riesce a salire sul podio sul bagnato, in una gara lottata e piena di sorpassi. Vince Mir che allunga in classifica iridata

Romano Fenati è diventato un pilota completo e ogni gara del 2017 lo dimostra sempre di più. L’ascolano in passato ha spesso peccato per costanza di rendimento ma quest’anno ha dimostrato di andare forte in ogni pista e in ogni condizione. Fenati in passato ha spesso sofferto sul bagnato ma a Brno ha dimostrato di aver superato anche questo suo limite. Il pilota italiano partiva dalla prima fila e dopo qualche tornata di studio, in cui era scivolato in settima posizione, ha iniziato la sua rimonta a suon di sorpassi. Alla fine si è giocato la gara con lo spagnolo Mir, leader del mondiale, che si è difeso alla perfezione e ha tenuto dietro Fenati. Ora lo spagnolo ha 42 punti di vantaggio in classifica, una buona dote ma non incolmabile. La lotta tra Fenati e Mir riprenderà in Austria. Saranno otto gare in cui i due si giocheranno il titolo.

LA CRONACA

Al via Rodrigo tiene la vetta ma alla seconda curva Fenati lo passa e si prende la prima posizione. L’ascolano viene risucchiato nel rettilineo e in testa passa Guevara, che prova subito la fuga. Secondo e Bendsneyder e a poca distanza c’è un gruppetto con Fenati e Mir. Il leader del mondiale si attacca ai primi due mentre Fenati lotta per il quarto posto con Ramirez e Atiraphuvapat. Il thailandese è il più veloce in pista e prova la rimonta sui primi. Davanti Bendsneyder passa in testa mentre Fenati scendi in settima posizione. L’ascolano riesce in breve tempo a tornare in sesta posizione.

Atiraphuvapat intanto riesca a passare Mir e sale in terza posizione. Davanti Guevara torna in testa mentre dietro la wild car Georgi inizia una bella rimonta, arrivando in nona posizione e girando più veloce di tutti li altri. Fenati intanto inizia a recuperare terreno sul gruppetto che è in lotta per il podio e sale in quinta posizione. L’ascolano in breve tempo si prende anche la quarta posizione e si mette in scia a Mir. Georgi intanto è ancora il più veloce in pista e arriva nel gruppo dei primi. Fenati attacca e passa Mir, salendo in terza posizione. Bendsneyder attacca e passa Guevara, tornando in testa. Lo spagnolo non ci sta e torna davanti, favorendo però il riavvicinamento di Fenati e Mir.

I primi quattro allungano su tutti gli altri mentre Fenati attacca senza successo Bendsneyder. L’olandese attacca Guevara e torna in prima posizione. Lo spagnolo è in crisi e deve cedere sia a Fenati che a Mir. Il leader del campionato però commette una sbavatura e torna in quarta posizione. A sei giri dalla fine Fenati si prende la vetta con Bendsneyder che si fa infilare anche da Guevara. L’olandese non ci sta e torna subito davanti allo spagnolo. Intanto Canet, dopo una pessima partenza, è risalito in quinta posizione ed è il più veloce in pista. A cinque giri dalla fine Guevara in due curve passa tutti e torna in testa.

Bendsneyder passa Fenati e torna secondo ma l’italiano lo riattacca, con i due che vengono infilati da Mir. Guevara viene infilato in poche curve da Mir, Bendsneyder e Fenati. Mir tenta la fuga mentre Fenati sale in seconda posizione. La lotta tra Guevara e Bendsneyder permette a Mir e Fenati di prendersi qualche metro di vantaggio mentre Canet è quasi rientrato sui primi quattro. Al penultimo giro Fenati tenta l’attacco ma Mir chiude. Canet passa Bendsneyder e sale in quarta posizione ma va lungo e viene ripassato. Lo spagnolo ne ha di più e torna quarto all’inizio dell’ultimo giro. Canet attacca e passa Guevara, ma Bendsneyder li passa entrambi. Canet ne ha di più e sale in terza posizione con un attaco deciso sulll’olandese. Fenati intanto le prova tutte ma Mir si difende e vince la gara davanti all’ascolano e a Canet. (DDS)

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *