Impresa di Travaglia: batte in rimonta Andreozzi e vola al secondo turno dell’Australian Open


Il tennista ascolano perde al tie break il primo set ma poi cambia marcia e domina gli altri tre set, chiudendo la partita con 23 ace e ben 43 colpi vincenti. Al secondo turno troverà il georgiano Basilashivili, testa di serie n. 19 e numero 20 del ranking Atp

Stefano Travaglia non si ferma più. Il tennista ascolano, nel primo turno dell’Australian Open, supera in 4 set (6-7, 6-2, 6-3, 6-2) l’argentino Andreozzi e si qualifica al secondo turno dove troverà il georgiano Basilashivili, testa di serie n. 19 del torneo e numero 20 del ranking Atp. Un match sulla carta quasi impossibile ma il Travaglia visto dal secondo set può sicuramente mettere in difficoltà il più quotato avversario. Il tennista ascolano è stato bravissimo a reagire dopo aver perso al tie break il primo set, soprattutto è stato abile a cambiare gioco, entrando più nel campo e diventando più aggressivo.

Nel primo equilibratissimo parziale, infatti, Travaglia soprattutto nei turni di servizio dell’argentino e, in particolare, nel tie break decisivo era sembrato troppo remissivo, lasciando il gioco in mano al suo avversario, bravo a tenerlo lontano dal campo con il suo dritto “arrotato”. A partire dal secondo set, però, il tennista ascolano ha avanzato la sua posizione in campo, ha rischiato di più e praticamente ha dominato la partita, chiudendo con ben 43 vincenti a fronte di 30 errori. Una grande mano Travaglia l’ha avuta dal servizio con ben 23 ace e una percentuale di prime palle del 54% (dalla quale ha ricavato l’83% di punti).

Dopo aver subito il break nel primo turno di servizio (nel secondo game del primo set), il tennista ascolano non ha più ceduto la battuta, annullando tutte e quattro le altre palle break avute dal suo avversario. Ora Travaglia tornerà in campo nella notte tra martedì 15 e mercoledì 16 gennaio

I Set. L’avvio di gara per Travaglia è dei peggiori con Andreozzi che, dopo aver tenuto il servizio iniziale, ottiene subito il break alla seconda occasione utile. Immediato, però, arriva il controbreak (addirittura a zero) e da quel momento il set segue fedelmente il servizio. Il tennista ascolano non concede più neppure una palla break e nel nono game ha l’opportunità di strappare il servizio all’avversario e di andare poi a servire per il set. Ma Andreozzi nell’occasione è bravo a servire bene, per poi concludere con il dritto. Inevitabilmente si arriva al tie break nel quale i due giocatori tengono il servizio fino al 3-2 per l’argentino. Che, poi, mette a segno due mini break e si porta sul 5-2. Travaglia prova a reagire e si porta sul 5-3 ma Andreozzi serve bene e conquista il 6-3, per poi chiudere con una risposta aggressiva che induce il tennista all’errore.

II Set. Travaglia inizia il secondo parziale avanzando la sua posizione in campo, soprattutto sul servizio dell’avversario. Mossa che ottiene subito i suoi frutti perché, dopo aver tenuto agevolmente la battuta, il tennista ascolano ottiene subito il break con due risposte vincenti. Poi è bravo a non concedere nessuna possibilità di rientrare nel set all’avversario che si disunisce, commette qualche errore di troppo e concede il nuovo break sul 5-2, con il tennista ascolano che è bravo a chiudere al primo set point con un’altra risposta vincente di rovescio.

III Set. Il terzo parziale inizia con l’ascolano che deve affrontare un primo complicato turno al servizio, risale da 15-30 ma Andreozzi lo porta ai vantaggi e annulla tre palle per l’1-0. Alla fine è bravo Travaglia a chiudere il game con due ace. Ancora più complicato, dopo l’1-1 dell’argentino, il terzo game con il tennista ascolano che annulla una pericolosa palla break prima di portarsi sul 2-1. Decisivo è, poi, il quinto interminabile game. Andreozzi conquista una prima palla break annullata da uno splendido dritto vincente di Travaglia che conquista a sua volta la palla game ma commette due errori di fila, concedendo una nuova opportunità di break all’avversario. Che, a sua volta, sbaglia, così come “affossa” a rete anche le terza opportunità per il break. Alla fine il tennista ascolano risolve il game ancora con un ace e nel game successivo, sul servizio dell’avversario, torna aggressivo in risposta, portandosi in un attimo sullo 0-40. Andreozzi riesce ad annullare con il servizio la prima palla break ma poi cede la battuta. Travaglia vola sul 5-2, tenendo questa volta a zero il servizio, poi chiude al nono game alla prima palla set.

IV Set. Il tennista ascolano vede vicino il traguardo e accelera. E già al terzo game piazza l’allungo decisivo, con due dritti vincenti che gli regalano il break. Dopo le sofferenze della prima parte del terzo set Travaglia non concede praticamente più nulla al servizio, mettendo a segno numerosi ace. Sul 4-2 il tennista ascolano conquista altre due palle break. Andreozzi prova a rimanere in partita, annulla le prime opportunità e anche una terza, con un servizio vincente. Ma alla quarta occasione deve arrendersi all’ennesimo dritto vincente del tennista ascolano. Che vola sul 5-2 e può servire per il match, chiudendo alla prima palla utile dopo altri due ace.

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.