Bellini investe per la salvezza, segnali positivi dal mercato per l’Ascoli


Dopo l’ingaggio di Cosmi il presidente aveva promesso che avrebbe rinforzato la squadra nel mercato di gennaio. E, puntualmente, dopo pochi giorni dall’apertura della sessione invernale sono già arrivati rinforzi importanti come Ganz e Marinho

Ne sono arrivati due, per l’arrivo del terzo siamo ormai ai dettagli e nei prossimi giorni potrebbero aggiungersi altri due. Fatti tutti gli scongiuri del caso, sembra davvero che questa volta il presidente Bellini e la società vogliano mantenere fede a quanto avevano promesso. Serviva un mercato importante per rafforzare quelle speranze di salvezza che l’arrivo di Serse Cosmi ha vigorosamente alimentato.

Servivano almeno 3-4 innesti per rafforzare una squadra che in mano ad un allenatore “vero” ha dimostrato di essere meno scarsa di quanto sembrava ma che così come è avrebbe comunque difficoltà a salvarsi. Soprattutto serviva che almeno un paio di rinforzi arrivassero subito, per mettere in condizione l’allenatore di inserirli subito e di preparare (da lunedì 8 gennaio) nel migliore dei modi l’avvio del girone di ritorno (in programma sabato 20 gennaio, con l’Ascoli che ospiterà al Del Duca il Cittadella. E così dovrebbe essere, visto che i due nuovi acquisti, Simone Ganz e Raphael Martinho, potrebbero essere a disposizione di Cosmi già da lunedì prossimo.

Si tratta di due arrivi molto importanti e, almeno sulla carta, di assoluto valore che potrebbero far compiere un deciso salto di qualità alla formazione bianconera. Tra l’altro si tratta di due giocatori che arrivano all’Ascoli con una gran voglia di riscatto, visto che entrambi arrivano da mesi difficili, nei quali a sorpresa si sono ritrovati ai margini delle rispettive squadre di appartenenza (Pescara e Bari). Anche come ruoli e caratteristiche sono assolutamente ciò che serviva alla formazione bianconera. Simone Ganz è l’attaccante assolutamente indispensabile dopo l’infortunio di Favilli, con caratteristiche sicuramente differenti ma in grado (almeno sulla carta) di fornire il necessario contributo di reti alla causa.

Martinho invece è una specie di jolly che può ricoprire diversi ruoli. Nasce come esterno sinistro, in grado di giocare sia più avanzato ma anche come terzino ma all’occorrenza può essere utilizzato come centrocampista centrale. E’ un giocatore molto tecnico, con uno spiccato senso del gol (nella stagione 2012-2013 segnò 10 reti con il Verona, contribuendo in maniera decisiva alla promozione dei gialloblu in serie A) che se trova l’ambiente e le motivazioni giuste potrebbe davvero diventare un grande valore aggiunto. Entrambi, inoltre, dovrebbero legarsi all’Ascoli per almeno un paio di stagioni, quindi potrebbero diventare dei punti di forza anche per il futuro.

A loro quasi certamente dovrebbe aggiungersi anche il difensore 23enne spagnolo, di proprietà della Juventus ma da inizio stagione a Cremona, Pol Garcia Tena. Con il passaggio di Cinaglia alla formazione lombarda, il suo arrivo ormai dovrebbe essere questione di ore. Se, come sembra certo, così sarà già nei primi giorni di mercato si concretizzerebbe l’arrivo di quei 3 nuovi innesti (uno per reparto) considerati indispensabili per rafforzare realmente la squadra. E che, almeno sulla carta, si tratta di un reale rafforzamento è indiscutibile, si tratta di innesti di assoluta qualità che soprattutto dovrebbero ridare vigore ad un reparto offensivo che, dopo gli infortuni di Favilli e Rosseti, è inevitabilmente andato in grande difficoltà.

Lo stesso Rosseti, per giunta, da lunedì dovrebbe tornare a lavorare con il gruppo, quindi tornerà a disposizione. Ma la possibilità che il mercato bianconero non si fermi a questi 3 importanti arrivi è molto concreta. Potrebbe arrivare ancora un altro attaccante (si parla con insistenza di Monachello), mentre da più parti si dà per quasi fatto l’arrivo in bianconero anche di un portiere, il 29enne Valentini attualmente al Padova. Naturalmente non è il caso di dare nulla per scontato, che i giocatori fin qui arrivati siano di indiscusso livello (almeno per la serie B) non significa che automaticamente si inseriranno al meglio e che, di conseguenza, l’Ascoli spiccherà il volo. Quello che però è certo e che è giusto sottolineare e rimarcare è che questa volta la società sta davvero operando al meglio, cercando di mettere Cosmi nelle condizioni migliori.

Oltretutto si tratta di operazioni di mercato di un certo impegno anche da un punto di vista economico, solo l’operazione Ganz ha per la società un costo superiore ai 2 milioni di euro tra il 1,8 milioni di euro da pagare la Pescara e l’ingaggio, non certo bassissimo, dell’attaccante lombardo. In altre parole Bellini sta realmente investendo per cercare di salvare la squadra, come già aveva fatto, dopo gli evidenti e clamorosi errori estivi, con l’ingaggio di Cosmi. E come è stato giusto sottolineare i gravi errori commessi nella programmazione della nuova stagione (dalla scelta di un allenatore assolutamente inesperto alla composizione di una rosa troppo debole per la serie B), è altrettanto doveroso evidenziare ora che in effetti il presidente sta cercando di porre rimedio ai suoi errori, con l’ingaggio di un allenatore importante (e costoso) come Cosmi e gli interventi concreti sul mercato.

Tutto ciò si spera che possa servire anche a riportare un minimo di serenità in tutto l’ambiente, cosa assolutamente indispensabile per cercare di conquistare la salvezza. In tal senso è importante che, almeno in questa fase, i tifosi tornino a fare i tifosi, cioè a sostenere la squadra e ad occuparsi della squadra e non delle controverse vicende societarie. In questa fase la priorità e l’importante è che arrivino giocatori come Ganz e Martinho, non certo che vada via o resti Cardinaletti. Di questo e di altri aspetti semmai ci sarà tempo e modo per discuterne a campionato finito (e possibilmente a salvezza conquistata). Ricordandosi sempre, però, che è vero che l’Ascoli è patrimonio dei tifosi e della città.

Ma è altrettanto incontrovertibile che è giusto, poi, che a prendere le decisioni sia chi materialmente ed economicamente manda avanti e tiene in vita la società…

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.