Vettel torna al successo, doppietta Ferrari a Singapore


Il campione tedesco torna alla vittoria dopo oltre un anno in un weekend in cui è stato sempre competitivo e grazie ad una strategia perfetta della squadra. Leclerc completa la doppietta Ferrari davanti a Verstappen. Fuori dal podio la Mercedes

Terza vittoria di fila per la Ferrari, che vince anche a Singapore. Questa volta però è stato Sebastian Vettel ad assoporare la gioia del trionfo, con il tedesco mai così determinato dopo l’errore di Monza. Charles Leclerc è giunto al secondo posto dopo essere partito dalla pole, completando una doppietta che alla Ferrari mancava da oltre due anni. Oltre ai piloti bisogna lodare anche la squadra, mai impeccabile come in questo fine settimana. Gli aggiornamenti portati sulla vettura hanno funzionato e la strategia è stata impeccabile.

Sicuramente non mancherà qualche polemica per il fatto che Vettel abbia superato Leclerc al pit ma il tedesco era sembrato più veloce in tutte le sessioni e aveva fallito solo l’ultimo tentativo in qualifica. In ogni caso la strategia della Ferrari era l’unica possibile per conquistare la doppietta, e qualsiasi altra tattica avrebbe potuto compromettere anche la vittoria. E, dopo il furto subito in Canada, e le troppe critiche, di cui molte ingiuste, Vettel meritava il suo giorno di gloria.

Terzo Verstappen su Red Bull con le Mercedes di Hamilton e Bottas fuori dal podio. L’inglese partiva secondo e a lungo ha braccato Leclerc per il primo posto ma stavolta la sua squadra ha sbagliato strategia, anche grazie a quella geniale messa in atto dalla Ferrari. Sesto Albon sull’altra Red Bull, ultimo dei piloti dei top team.

Settimo Lando Norris su McLaren, che finalmente conquista un risultato importante dopo tanta sfortuna. Ottavo Gasly, che sembra rinato da quando è finito in Toro Rosso, davanti alla Renault di Hulkenberg. A punti anche Antonio Giovinazzi su Alfa Romeo, che ha anche condotto la gara e ha rimontato dopo che la strategia completamente sbagliata del team lo aveva messo in ultima posizione.

LA CRONACA

Al via i primi sei mantengono le posizioni, con Leclerc davanti ad Hamilton e Vettel. Nei primi quindici giri nessuno spinge e il sestetto di testa rimane molto compatto, con tutti gli altri non molto lontani. Al giro 19 rientrano ai box Vettel e Verstappen, che rientrano in pista nel traffico. Il giro successivo si fermano anche Leclerc e Albon, con il monegasco che rientra in pista dietro al compagno di squadra. Le due Mercedes invece continuano.

Al giro 23 Bottas si ferma ai box e rientra dietro a Verstappen. Hamilton è primo mentre le Ferrari sono nel traffico di Giovinazzi, Gasly, Ricciardo e Stroll, che non si sono ancora fermati. Al giro 26 si ferma anche Hamilton, che rientra dietro a Verstappen. In testa c’è Giovinazzi, davanti a Gasly, Ricciardo e Stroll, poi c’è il gruppo dei big.

Al giro 27 Vettel passa Stroll, imitato due giri più tardi da Leclerc. Sempre al giro 29 Vettel si libera anche di Ricciardo. Il tedesco passa Gasly il giro successivo mentre anche Verstappen passa Stroll. Al giro 31 Vettel passa anche Giovinazzi e va al comando, proprio mentre Leclerc passa Ricciardo, imitato poche curve dopo da Verstappen.

Stroll si ferma dando strada alle Mercedes al giro 32, mentre Leclerc passa Gasly, che poche curve dopo dà strada a Verstappen. Sia il monegasco che l’olandese passano Giovinazzi il giro successivo. Hamilton intanto ha passato anche Ricciardo e poche curve dopo si libera dell’italiano. Poche curve e anche Bottas e Albon completano i sorpassi mancanti. I sei piloti dei tre top team sono quindi tornati davanti a tutti.

Al giro 36 Russell si tocca con Grosjean e va a muro ed entra in pista la safety car. Si riparte al giro 41 con i primi sei che mantengono le posizioni. Pochi giri e Perez si ferma in pista per problemi tecnici e c’è un’altra safety car. Si riparte al giro 48 e ancora una volta non ci sono sorpassi nel gruppo di testa.

Al giro 50 c’è un incidente fra Raikkonen e Kvyat e c’è una terza safety car. Si riparte due giri più tardi ma non ci sono sorpassi fra i primi sei. Non succede più nulla e Vettel vince davanti a Leclerc e a Verstappen. Fuori dal podio le Mercedes. (DSD)

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *