Tripudio Ferrari a Monza, Leclerc vince ancora


Il monegasco vince la seconda gara consecutiva dopo un duello con le Mercedes di Bottas e Hamilton durato fino all’ultimo giro. Leclerc riporta la Ferrari al successo sulla pista di casa dopo quasi un decennio. Altro disastro di Vettel che finisce fuori dai punti

Charles Leclerc ha vinto il gran premio d’Italia e mai vittoria avrebbe potuto essere più dolce. Il monegasco ha vinto la seconda gara di fila, dopo il primo trionfo in carriera in Belgio la settimana scorsa. Grande festa per la Ferrari che non vinceva a Monza dal 2010 e che l’anno scorsa aveva visto sfilarsi la vittoria in maniera beffarda.

La corsa è stata tirata dal primo metro all’ultimo con Leclerc che ha dovuto contenere le due Mercedes di Bottas e Hamilton per tutta la gara. I tre sono stati incollati dall’inizio alla fine, tirando al massimo per tutta la corsa, con un bel duello corpo a corpo tra Leclerc e Hamilton e con tutti e tre i battistrada che hanno spinto così tanto da commettere errori. Proprio grazie ad un errore Bottas alla fine è riuscito a fregare Hamilton ma non ha fatto in tempo a passare anche Leclerc.

Pubblicità

Da applauso la stretegia della Ferrari e da applauso anche quella della Mercedes, con entrambe le squadre che hanno fatto tutto il possibile per mettere i propri piloti nelle migliori condizioni possibili. Alla fine quello con i nervi più saldi è stato proprio che Leclerc che ha quindi meritatamente vinto una gara che lo ripaga anche delle delusioni ad inizio stagione.

Disastro invece per l’altro pilota della rossa, Sebastian Vettel. Il tedesco era quarto e, visto lo sviluppo della corsa, poteva conquistare il podio ma ha commesso un errore ed è finito in testacoda per poi rientrare in pista come un pazzo, centrando un altro pilota. La sosta per riparare la macchina e la giusta penalità gli hanno impedito di conquistare punti.

Bene le Renault di Ricciardo e Hulkenberg, quarto e quinto. Sesto Albon e ottavo Verstappen su Red Bull, divisi da Perez, dopo che entrambi sono stati coinvolti in un contatto nei primi giri. Bene il nostro Antonio Giovinazzi, che dopo aver buttato all’ultimo giro un’ottima gara in Belgio, è riuscito a tornare in zona punti. Norris chiude la zona punti.

LA CRONACA

Al via Leclerc tiene la vetta davanti alle due Mercedes mentre Vettel si fa passare dalla Renault di Hulkenberg. Il tedesco si libera del pilota Renault all’inizio del secondo giro e torna in quarta posizione. I primi quattro rimangono molto vicini mentre le due Red Bull sono entrambe fuori dai punti per dei contatti, con Verstappen addirittura ultimo dopo una sosta per cambiare ala.

Al settimo giro Vettel va in testacoda e rientra in pista centrando Stroll e mandandolo in testacoda. Il tedesco ha l’ala danneggiata ed è costretto ad andare ai box per cambiarla, scivolando in ultima posizione. Il pilota Ferrari poi viene giustamente penalizzato con uno stop and go. Leclerc non riesce a staccare le due Mercedes che rimangono vicine al monegasco.

Al giro 20 Hamilton è il primo a fermarsi per il cambio gomme. Il giro successivo si ferma anche Leclerc che mantiene la posizione su Hamilton. I due sono dietro alle due Renault che devono ancora fermarsi. Al giro 23, mentre il duo supera Hulkenberg, Hamilton tenta di passare Leclerc ma viene stretto e va lungo rimanendo dietro al pilota Ferrari. Al giro 27 si ferma anche Bottas che rientra in quarta posizione, dietro anche a Ricciardo che deve ancora fermarsi.

Tra il giro 28 e il giro 31 ci sono due Virtual Safety Car per i ritiri di Sainz e Kvyat, il primo per una gomma mal fissata, il secondo per un problema tecnico. Mentre Hamilton rimane incollato a Leclerc, Bottas si è staccato ma è nettamente il più veloce in pista. Al giro 36 Leclerc commette un errore e Hamilton attacca il monegasco, che riesce a resistere.

Al giro 42 Hamilton va lungo in curva uno e viene passato da Bottas. Il finlandese è il più veloce in pista e in pochi giri arriva in scia a Leclerc. A quattro giri dalla fine Hamilton si ferma per montare gomme nuove e si allontana dai primi due. Gli ultimi giri sono una lotta di nervi tra Leclerc e Bottas con il monegasco che regge e riporta la Ferrari al successo a Monza dopo quasi un decennio. Le due Mercedes completano il podio. (DSD)

Pubblicità

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *