Termina l’anno nero della pallavolo locale, commissariata la Fipav Marche


Dopo 45 anni termina in maniera burrascosa l’era di Brasili che nei mesi scorsi aveva subito il commissariamento ad acta e una squalifica di 2 mesi per irregolarità nel settore arbitrale. Il vicepresidente nazionale Manfredi nominato commissario straordinario

La fine di un regno durato ben 45 anni. Tanti, sicuramente troppi, a prescindere dal giudizio che ognuno può avere di questo lunghissimo periodo, perché non è mai positivo che una federazione sportiva venga gestita per così tanto tempo dalla stessa persona. In ogni caso la lunghissima era Brasili a capo della Fipav Marche si è definitivamente chiusa nei giorni scorsi, dopo l’autentico calvario degli ultimi mesi. Prima il commissariamento ad acta per presunte irregolarità amministrative e gestionali (nei giorni seguenti stesso provvedimento di commissariamento ad acta era arrivato per la il presidente del Comitato provinciale Ascoli-Fermo Fabio Carboni).

Poi, qualche settimana fa era arrivata la squalifica di 2 mesi (insieme a Brasili sono stati squalificati anche il presidente del Comitato territoriale di Ascoli e i responsabili arbitrali, provinciale e regionale, Luca Monini e Andrea Rossetti) per alcune irregolarità inerenti gli arbitri. Poi lo scorso 28 maggio il Consiglio Federale ha dichiarato decaduto il Consiglio Regionale Fipav Marche, mettendo così fine alla presidenza Brasili. Due giorni dopo il commissario straordinario e vicepresidente della Fipav, Giuseppe Manfredi, con una lettera inviata a tutte le società affiliate Fipav delle Marche ha comunicato la notizia.

Pubblicità

Il Consiglio Federale – si legge nella lettera – nella seduta del 28 maggio 2019, rilevando l’impossibilità di funzionamento dell’organo regionale, con la delibera n. 84/19 del 28 maggio ha dichiarato decaduto, in applicazione dell’art. 50 comma 6 dello Statuto Federale, il Consiglio regionale Fipav Marche. Con il medesimo provvedimento, in applicazione del citato articolo statutario, il Consiglio Federale, per garantire la regolarità delle attività federali già intraprese ed il proseguo delle stesse, nel più ampio rispetto delle aspettative di tutti ha nominato il sottoscritto quale Commissario Straordinario del Comitato regionale Marche”.

Lo stesso commissario Manfredi, “al fine di assicurare la continuità e la presenza sul territorio degli Organi istituzionali”, ha poi nominato come sub commissario il consigliere federale Marco Paolini. Si chiude, così, un’interminabile era che, soprattutto negli ultimi anni, aveva provocato non poche discussioni e polemiche e aveva trascinato il volley regionale in una crisi sempre più profonda. Ora, dopo il necessario periodo di commissariamento, sarà importante voltare rapidamente pagina e ridare forza e credibilità ad un movimento che sul piano nazionale è comunque in forte crescita

Pubblicità

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *