Marquez strepitoso in Argentina, Rossi e Dovizioso sul podio


Il campione spagnolo domina la gara, tenendo la vetta sin dalla prima curva e andando in fuga già al primo giro. Grande lotta per il secondo posto, con Rossi che ha la meglio su Dovizioso con un bel sorpasso all’ultimo giro. Altra brutta gara di Petrucci

Fenomenale Marc Marquez! Il pilota spagnolo in Argentina ha dominato la gara in una maniera clamorosa, con pole position, giro veloce, gara sempre in testa, fuga in solitaria sin dalla prima curva e ovviamente una meritata vittoria. Marquez è il pilota più forte del mondo e ha guidato ad un livello troppo superiore rispetto a tutti i suoi avversari, dimostrando di essere al momento un pilota di un’altra categoria.

Grande lotta per il podio che ha avuto sette protagonisti, di cui ben quattro italiani. Secondo è arrivato l’eterno Valentino Rossi, che ha duellato tutta la gara con Andrea Dovizioso. I due furbamente da metà gara in poi non si sono più disturbati e si sono giocati la seconda piazza all’ultimo giro. Rossi nel corpo a corpo è ancora tra i migliori e la sua seconda posizione è oro visto il momento difficile che sta attraversando la Yahama. Comunque un ottimo terzo posto quello di Dovizioso, su una pista mai favorevole alla Ducati.

Pubblicità

Quarto Jack Miller e quinto Alex Rins. Il primo ha corso una gara all’attacco dalla prima all’ultima curva, il secondo partiva molto indietro e si è esibito in una bella rimonta. I due sono molto giovani e si candidano ad essere i talenti del futuro. Sesto e ancora una volta deludente Danilo Petrucci, che per alcuni tratti pareva poter lottare per il podio, ma che nel finale è venuto a mancare e ha dimostrato che al momento non merita la Ducati ufficiali.

Della lotta hanno fatto parte anche Vinales e Morbidelli, con quest’ultimo che ha sbagliato all’ultimo giro dopo una bella gara, stendendo sia sé stesso che l’incolpevole Vinales. Pochi punti per un Jorge Lorenzo infortunato, che limita i danni, e per Cruthclow, che aveva un ritmo da podio ma ha dovuto scontare una penalità per partenza anticipata.

Prossima tappa sarà ad Austin, pista su cui il nuovo leader del mondiale Marquez non ha mai perso in carriera.

LA CRONACA

Al via Marquez tiene la vetta davanti alle Ducati di Dovizioso e Miller, con Rossi quarto. Il pesarese si libera dell’australiano già nel corso del primo giro. Il nove volte campione del mondo è scatenato e passa anche Dovizioso, mentre Vinales passa Miller. Sul rettilineo però le due Ducati ripassano le due Yahama. Marquez ringrazia ed è già in fuga.

Nel secondo giro Miller e Rossi si passano varie volte a vicenda, con l’italiano che resta davanti, mentre Vinales perde tante posizioni. Mentre Marquez ha già oltre i due secondi di vantaggio Rossi e Miller continuano il loro duello con l’australiano che ha la meglio, con Rossi che viene passato anche da Morbidelli. Al terzo giro Cruthclow riceve una penalità per partenza anticipata.

Rossi ripassa Morbidelli e si riavvicina alle Ducati e ricomincia il duello con Miller, passandolo. Il giro successivo Rossi passa Dovizioso, mentre Morbidelli supera Miller. La bagarre per il secondo posto fa sì che Marqeuz abbia già cinque secondi su tutti gli altri. Rossi commette un errore e Dovizioso lo ripassa. Questa lotta fa sì che anche Petrucci e Vinales arrivino nel gruppo in lotta per il podio, con Petrucci che passa Miller. L’australiano non vuole saperne e ripassa Petrucci mentre Rossi si inventa un bel sorpasso su Dovizioso.

Per qualche giro non ci sono sorpassi poi c’è un attacco folle di Miller che tocca Morbidelli. L’italiano non subisce danni, mentre l’australiano viene passato anche da Petrucci. A 12 giri dalla fine Dovizioso ripassa Rossi e torna in seconda posizione mentre Petrucci passa Morbidelli ma viene subito ripassato. Nel frattempo Rins si sta lentamente avvicinando al sestesso in lotta per la seconda posizione, mentre Marquez ormai è lontanissimo.

A dieci giri dalla fine Rins rientra nel gruppo in lotta per il podio. Vinales va lungo e scivola in nona posizione mentre Morbidelli e Petrucci continuano la loro lotta, con Rossi e Dovizioso che ne approfittano per guadagnare qualche metro di vantaggio. Rins supera Miller ma viene ripassato al curva successiva mentre Petrucci riesce finalmente a superare Morbidelli.

A otto giri dalla fine Miller tenta un attacco su Morbidelli e Rins ne approfitta per passarli entrambi. Petrucci intanto si sta avvicinando a Rossi e Dovizioso. Vinales intanto passa Nakagami e risale in ottava posizione. A quattro giri dalla fine il duo Dovizioso-Rossi riprende qualche metro sugli altri, mentre Petrucci, Rins e Miller sono incollati in lotta per il quarto posto.

A tre giri dalla fine Miller passa Rins ma viene ripassato subito. Poche curve dopo Petrucci viene passato da Rins e Miller in una sola curva mentre Vinales passa Morbidelli. Ad inizio del penultimo giro Miller riesce finalmente a passare Rins. All’ultimo giro Rossi passa Dovizioso e sale in seconda posizione mentre Vinales e Morbidelli finiscono in terra. Marquez vince in solitaria davanti a Rossi e Dovizioso. Quarto e quinto Miller e Rins, solo sesto Petrucci. (DSD)

Pubblicità

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *