Sorpresa in Australia: vince Bottas, disastro Ferrari


Il finlandese si prende la vetta al via e domina la gara, dando quasi mezzo minuto a tutti. Hamilton completa la doppietta Mercedes davanti a Verstappen. Inizio disastroso per le Ferrari, fuori dal podio e staccate con Vettel davanti a Leclerc

Ricomincia ancora una volta nel segno della Mercedes il mondiale di Formula 1. A Melbourne però a vincere a sorpresa è Valterri Bottas. Il finlandese dopo un 2018 da dimenticare inizia la stagione nel migliore dei modi, superando il compagno di squadra al via, allungando subito e andando a vincere con quasi mezzo minuto di vantaggio su tutti gli altri. Ciliegina sulla torta, Bottas si è preso anche il giro veloce, che da quest’anno regala un punto aggiuntivo.

Il campione del mondo in carica Lewis Hamilton completa la festa Mercedes con il secondo posto anche se sicuramente l’inglese non sarà contento del distacco datogli dal compagno di squadra. Terzo posto per Max Verstappen, che al debutto su Red Bull Honda porta il motore giapponese sul podio dopo 11 anni. L’olandese è stato il migliore dopo Bottas, prendendosi la terza posizione con un bel sorpasso e contendendo il secondo posto ad Hamilton fino a fine gara.

Disastro per la Ferrari con Vettel e Leclerc quarto e quinto ma staccatissimi dai primi tre. Il tedesco ha pagato la solita strategia sbagliata della squadra e ha accusato anche dei leggeri problemi al motore, mentre il monegasco non è stato brillante nella prima parte di gara e quando ha iniziato ad andare forte era troppo lontano dai primi tre.

Sesto Magnussen su Haas davanti alla Renault di Ricciardo e all’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen. Stroll e Kvyat completano la zona punti. Disastroso Pierra Gasly sull’altra Red Bull che, dopo una qualifica imbarazzante, in gara è andato anche peggio e non è riuscito a conquistare punti. Brutta gara per il nostro Antonio Giovinazzi sull’altra Alfa Romeo, che ha preso un detrito alla prima curva e ha dovuto correre tutta la gara con la vettura danneggiata.

C’è da chiedersi il motivo di una tale debacle per la Ferrari dopo dei testi invernali dominati. La verità è che le risposte arriveranno la prossima gara. Melbourne non è una pista favorevole alle rosse ma la prossima gara in Bahrain è su un circuito dove le scuderia di Maranello storicamente è stata sempre molto forte. Se le Ferrari non riusciranno ad essere competitive e a lottare per la vittoria il 2019 potrebbe essere un’annata molto difficile per il team italiano.

LA CRONACA

Al via Bottas supera Hamilton e prende la vetta mentre dietro Vettel, Verstappen e Leclerc mantengono le posizioni. Dietro Ricciardo e Kubica rompono l’ala e scivolano in coda al gruppo. Le due Mercedes lentamente iniziano a staccare gli altri, con Bottas che è il più veloce in pista. Al nono giro Leclerc va lungo in curva uno e perde molto tempo. Al giro 11 Sainz è il primo ritirato della gara con il motore in fiamme.

Al giro 15 Vettel è il primo dei big ad andare ai box e rientra in pista in sesta posizione. Il giro seguente è il turno di Hamilton, che rienta in pista davanti a Vettel. Al giro 23 si ferma il leader Bottas, che perde la posizione solo su Verstappen. Due giri più tardi l’olandese si ferma e torna in pista dietro a Vettel. Al giro 29 si ferma anche Leclerc, che rientra in quinta posizione. Dopo le soste Bottas ha 15 secondi su Hamilton, con Vettel e Verstappen vicini all’inglese, mentre Leclerc è staccato.

Al giro 31 Verstappen si inventa il solito sorpasso assurdo all’esterno e supera Vettel. Nello stesso giro si ritirano sia Grosjean che Ricciardo. I più veloci in pista sono Bottas, Verstappen e Leclerc, mentre Hamilton e Vettel sono in leggera crisi. L’inglese riesce a girare in tempi dignitosi, mentre il tedesco perde molto terreno.

A dieci giri dalla fine Leclerc arriva in scia a Vettel, mentre Verstappen commette un errore in curva uno e perde un paio di secondi. Nel finale l’olandese prova a riavvicinarsi ad Hamilton ma non riesce a trovare un varco per superarlo. È doppietta Mercedes con Bottas vincitore davanti ad Hamilton. Verstappen completa il podio davanti alle due deludenti Ferrari di Vettel e Leclerc. (DSD)

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *