Dovizioso strepitosa vittoria in Qatar dopo un gran duello con Marquez


L’italiano della Ducati vince la prima prova stagionale dopo un incredibile duello a colpi di sorpassi e controsorpassi con Marquez durato fino all’ultima curva. Chiude il podio Cruthclow, mentre Rossi dopo una pessima qualifica limita i danni e chiude quinto

Andrea Dovizioso è il primo pilota a trionfare nel campionato del mondo di MotoGP 2019. Il forlivese della Ducati ha vinto per il secondo anno di fila in Qatar dopo un bellissimo duello con il campione del mondo Marc Marquez. Il duello che ha caratterizzato le ultime due stagioni si è quindi riproposto anche nella prima gara dell’anno.

La gara è stata molto tirata e combattuta con una lunga serie di sorpassi dal primo all’ultimo giro. Per gran parte di gara sono stati ben in otto molto vicini ma sin dalle prime curve l’impressione è stata che Dovizioso e Marquez ne avessero di più degli altri e che fossero in controllo. Negli ultimi giri infatti i due hanno alzato il livello e hanno staccato tutti gli altri, per poi giocarsi la vittoria in un duello durato fino all’ultima curva.

Alla fine Dovizioso ha avuto la meglio, ripassando Marquez incrociando nello stesso identico modo con cui lo aveva beffato lo scorso anno. Bravissimi entrambi in ogni caso, con Dovizioso che ha vinto su una pista da sempre favorevole alla Ducati e Marquez che ha limitato i danni. La prossima tappa in Argentina sarà su una pista favorevole alla Honda. Compito di Marquez sarà rispettare il pronostico, quello di Dovizioso di fare quello che ha fatto il suo avversario in questa prima tappa.

Chiude il podio la Honda di Cruthclow, con l’inglese subito veloce al rientro da un duro infortunio e che ha avuto la meglio sulla Suzuki di Rins, in gran forma e unico che ha provato minimamente anche ad infastidire i primi due.

Quinto Valentino Rossi che, dopo una qualifica da dimenticare, è stato la miglior Yahama al traguardo. Ancora una volta il pilota di Tavullia ha avuto la meglio sul compagno Vinales, solo settimo dopo essere partito dalla pole e delusione di giornata. Male anche Petrucci, sesto mentre il compagno di squadra vinceva la gara, e Lorenzo, solo tredicesimo al debutto su Honda ma debilitato da un infortunio rimediato nelle prove. Per quanto riguarda gli altri italiani, Morbidelli è giunto undicesimo e Iannone quattordicesimo. Peccato per il debuttante Bagnaia, costretto al ritiro per un problema tecnico.

LA CRONACA

Al via Vinales parte malissimo dalla pole e viene risucchiato dal gruppo. Dovizioso prende la vetta davanti a Miller e Marquez. L’australiano però a un problema alla sella e perde varie posizioni. Dovizioso e Marquez non impongono un gran ritmo e il gruppo rimane compatto con le due Suzuki di Rins e Mir che risalgono velocemente in terza e quarta posizione.

Rins è il più aggressivo e inizia un triello tra il pilota Suzuki, Marquez e Dovizioso con i tre che si scambiano le posizioni ad ogni giro. La bagarre davanti fa sì che il gruppo resti compatto con i primi nove molto vicini tra di loro, in un gruppo in cui sono presenti anche Petrucci e le due Yahama di Rossi e Vinales.

A tredici giri dalla fine Petrucci, quinto, passa Mir e Marquez in pochissime curve e sale in terza posizione. Il giro successivo Marquez ripassa Petrucci mentre Rins scivola in poche curve dal primo al quarto posto. Dovizioso e Marquez intanto prendono qualche mtro di vantaggio sugli altri mentre Petrucci, Rins e Cruthclow lottano per la terza posizione a colpi di sorpasso con Mir poco distante dai tre. Le due Yahama di Vinales e Rossi invece perdono contatto dagli altri.

La fuga dei primi due dura pochi giri, con Rins che si riavvicina al duo di testa. Il ritmo cala notevolmente con anche Petrucci e Cruthclow che rientrano nel gruppo di testa ad otto giri dalla fine. Poche curve e anche Mir e le due Yahama tornano sui primi. Rins è sempre il più aggressivo e supera Marquez mentre dietro Rossi si libera di Vinales e Mir e sale al sesto posto.

A quattro giri dalla fine Marqeuz ripassa Rins mentre nel gruppo di testa sono rimasti in sei. A tre giri dalla fine Rins commette un errore e viene passato da Cruthclow, con Petrucci e Rossi che perdono qualche metro sui primi quattro. Il campione di Tavullia si libera del pilota Ducati e sale al quinto posto.

Nel corso del penultimo giro Dovizioso va largo e Marquez passa al comando, con Rossi che si riavvicina al podio, mentre i primi due vanno in fuga. Rins ripassa Cruthclow e risale in terza posizione. All’inizio dell’ultimo giro Dovizioso ripassa Marquez e torna in testa mentre Cruthclow ripassa Rins. Marquez non si arrende e tenta il controsorpasso ma senza successo. Marquez ci riprova all’ultima curva ma va largo e Dovizioso lo ripassa sul rettilineo finale e vince davanti allo stesso Marquez e Cruthclow. (DSD)

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *