Missione compiuta, Travaglia accede al tabellone principale dell’Australian Open


Dopo aver faticato contro il giapponese Soeda, il tennista ascolano nel terzo ed ultimo turno del torneo di qualificazione supera agevolmente il belga Coppejans ed accede per la prima volta al tabellone principale dello slam australiano

Missione compiuta per Stefano Travaglia. Il tennista ascolano per la prima volta nella sua carriera entra nel tabellone principale dell’Australian Open, il primo torneo dello Slam dell’anno. La vittoria, piuttosto agevole (6-4, 6-2), contro il belga Coppejans nel terzo ed ultimo turno del tabellone di qualificazioni ha permesso a Travaglia di centrare il primo importante obiettivo dell’anno. Partita quasi senza storia quella andata in scena nella notte a Melbourne, con il tennista ascolano che sin dalle prime battute ha dominato il match, mettendo a segno diversi vincenti (anche se alla fine sono numerosi anche gli errori commessi).

Sceso in campo deciso e concentrato, Travaglia ha subito strappato il servizio nel game di apertura del primo set, ottenendo un secondo break nel terzo game e volando in un attimo sul 4-0. Con il set che sembrava saldamente in mano, il tennista ascolano ha avuto il torto di abbassare la concentrazione, subendo un parziale di 8 punti ad 1, con Coppejans che ha tenuto per la prima il servizio e poi ha strappato la battuta all’avversario, portandosi 4-2.

Nel successivo combattutissimo settimo game Travaglia ha avuto altre due opportunità per strappare nuovamente la battuta al belga che, però, è stato bravo ad annullarle, per poi conquistare il game e portarsi sul 4-3. Coppejans poi nel game successivo ha addirittura avuto la palla per il secondo break e il conseguente pareggio, vanificata da un errore di rovescio. Il tennista ascolano ha quindi tenuto la battuta e sul 5-4 ha servito per il set, conquistando alla prima occasione il primo parziale.

Copione inizialmente identico nel secondo set, con Travaglia che ha subito strappato la battuta all’avversario, ottenendo un secondo break al terzo game portandosi sul 3-0. Quattro break consecutivi hanno poi determinato il 5-2, con il tennista ascolano che ha poi finalmente tenuto il servizio e chiuso set e partita sul 6-2.

Nel complesso una partita quasi mai in discussione a differenza di quella del giorno prima contro Soeda nella quale Travaglia è rischiato molto prima di portare a casa la vittoria. Sotto di un set dopo un avvio disastroso, il tennista ascolano è stato bravo a rientrare pian piano in partita ma poi nel finale ha rischiato di compromettere tutto, sciupando ben 7 match point.

I problemi iniziali al servizio hanno, infatti, determinato due break nei primi due turni di battuta che hanno permesso al tennista giapponese di volare sullo 0-5. Ritrovata una certa efficienza in battuta (dal quarto game del primo set non ha poi più concesso opportunità di break all’avversario fino al decimo incredibile game del terzo set), Travaglia è rientrato con prepotenza in partita, anche se la sua rimonta nel primo set si è fermato sul 3-5, con Soeda in grado di chiudere il set nel game successivo.

Nel secondo set, poi, dopo un paio di opportunità nei primi game, il tennista ascolano ha finalmente ottenuto il break al settimo game, volando sul 5-2 per chiudere senza problemi 6-3. Nel terzo set il break che sembrava decisivo è arrivato nel sesto game. Avanti 5-3, Travaglia ha già avuto  tre opportunità di chiudere la partita sul servizio dell’avversario ma non le ha sfruttate. Il tennista ascolano ha poi servito per la partita sul 5-4, conquistando altri 4 match point, tutti annullati da Soeda che, poi, alla prima occasione ha ottenuto il break dell’incredibile 5-5. Bella, però, la reazione di Travaglia che ha subito ristrappato la battuta all’avversario, per poi chiudere all’ottavo match point sul 7-5.

Sicuramente meno complicata la partita contro Coppejans che ha determinato l’ingresso nel tabellone principale. Nel quale, tra l’altro, il tennista ascolano ha avuto la fortuna di avere un abbinamento al primo turno non impossibile, contro l’argentino Guido Andreozzi numero 80 del ranking Atp e affrontato e battuto un paio di volte la scorsa stagione da Travaglia. Che, dopo aver centrato il primo importante obiettivo, ha anche la possibilità di provare a superare anche il primo turno.

Nelle prossime ore gli organizzatori renderanno noto il programma delle prime giornate e si saprà se il match di primo turno del tennista ascolano verrà programmato nella notte tra domenica 13 e lunedì 14 o nella giornata successiva. In caso di vittoria Travaglia al secondo turno troverebbe con tutta probabilità il georgiano Basilashvili, testa di seria n. 19 e numero 20 del ranking

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *