Inizia con il piede giusto l’avventura di Stefano Travaglia all’Australian Open


Il tennista ascolano super al primo turno del torneo delle qualificazioni lo slovacco Martin con il punteggio di 6-3, 6-4. Per accedere al tabellone principale del primo slam dell’anno dovrà ora superare il giapponese Soeda e, poi, il vincente della sfida tra Coppejans e Davidovich Fokina

E’ partita nel migliore dei modi la caccia di Stefano Travaglia al tabellone principale dell’Australian Open, il primo slam dell’anno. Nella notte tra martedì 8 e mercoledì 9 gennaio il tennista ascolano ha superato agevolmente il primo turno delle qualificazioni, superando con il punteggio di 6-3, 6-4 il 29enne slovacco Andrej Martin. Partita solida anche se non brillantissima, con qualche passaggio a vuoto, quella di Travaglia che d’altra parte era alla prima uscita del nuovo anno.

Lo si è visto soprattutto al servizio dal quale il tennista ascolano ha ricavato meno del solito (appena 3 ace e 2 doppi falli), trovando poco la prima palla (appena il 45%), anche se poi ha difeso discretamente la seconda palla con la quale ha ottenuto il 62% dei punti. Tre i break ottenuti (su 6 palle break conquistate) ed uno subito, con un’altra palla break salvata. Nel complesso Travaglia ha messo segno un buon numero di vincenti (27), commettendo però anche diversi errori non forzati (22), mantenendo comunque un saldo positivo.

Pubblicità

Al di là dei dati era fondamentale per il tennista ascolano partire con il piede giusto in un match che lo vedeva, per la classifica, chiaramente favorito ma che si presentava comunque non semplice. Il tennista ascolano è, infatti, attualmente al numero 133 del ranking Atp ed è la 27^ testa di serie del torneo di qualificazione. Il suo avversario, invece, è sceso al numero 183 ma aveva dalla sua una buona esperienza e un paio di anni fa aveva sfiorato la 50^ posizione nel ranking. Travaglia ha ora una ghiotta opportunità per centrare per la prima volta l’ingresso nel tabellone principale del primo Slam dell’anno.

Dalla sua parte del tabellone, dopo l’eliminazione a sorpresa del belga Ruben Bemelmans (numero 117 del ranking e 8^ testa di serie) è il giocatore con il ranking più alto e, ovviamente, anche la testa di serie più alta. Sulla carta, quindi, è lui il favorito per centrare quell’ingresso nel main draw che gli permetterebbe di iniziare nel modo migliore possibile il nuovo anno. Ovviamente non sarà facile e non è per nulla scontato, ci vorranno due prestazioni solide per superare i prossimi due ostacoli che separano il tennista ascolano dal passaggio al tabellone principale.

A partire dal prossimo impegno con l’esperto giapponese (34 anni) Go Soeda, numero 214 del ranking, che nel primo turno ha superato agevolmente (6-1, 6-2) il giovanissimo figlio d’arte Sebastian Korda (il padre Petr negli anni ’90 è stato anche numero 2 al mondo). Il match è in programma giovedì 10 dicembre, come quarto incontro del campo 13 con inizio delle partite fissato per le 10 del mattino di Melbourne (mezzanotte ora italiana).

Travaglia, quindi, scenderà in campo quanto in Italia sarà l’alba. In caso di vittoria nell’ultimo e decisivo turno si troverebbe di fronte il vincente dell’incontro tra il belga Kimmer Coppejans, numero 214 del ranking che nel primo turno ha sconfitto la teste di serie n. 8 Bemelmans, e lo spagnolo Alejandro Davidovich Fokina, numero 241 del ranking, che al primo turno ha superato a sorpresa il più esperto connazionale Daniel Gimeno Traver. Due ostacoli, naturalmente ammesso che superi il primo, ampiamente alla portata di Travaglia che ha la grande opportunità di centrare un’impresa che fino ad  ora non gli è mai riuscita.

Il tennista ascolano, infatti, è riuscito ad entrare nel tabellone principale di due dei quattro slam (Wimblendon e Us Open), mentre ha sempre fallito l’assalto all’Australian Open e al Roland Garros. Ora ha la chance per aggiungere Melbourne e dovrà fare di tutto per non lasciarsela sfuggire.

Pubblicità

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *