Missione compiuta, Travaglia nel tabellone principale di Wimbledon


Il tennista ascolano, nel terzo e decisivo turno delle qualificazioni, supera in tre set (6-4, 6-2, 6-4) Alessandro Giannessi e accede al tabellone principale del terzo torneo dell’anno dello Slam. Venerdì 29 giugno il sorteggio, il via allo storico torneo londinese lunedì 2 luglio

Missione compiuta per Stefano Travaglia che supera anche il terzo turno delle qualificazioni e centra l’ingresso al tabellone principale di Wimbledon, terzo torneo dello Slam della stagione. Il tennista ascolano supera con relativa facilità l’altro italiano Andrea Giannessi con il punteggio di 6-4, 6-2, 6-4 in poco più di un’ora e mezza.

Partita dominata sin dall’inizio da Travaglia, grazie soprattutto ad un servizio molto efficace. Solo nel terzo set Giannessi ha provato a reagire, togliendo per la prima volta il servizio all’avversario, dopo aver subito il break nel game iniziale del parziale. Ma il nuovo break nel game successivo ha spianato la strada al tennista ascolano. Che ha chiuso la partita con 16 ace e numeri importanti al servizio. Travaglia ha, infatti, messo in campo il 57% di prime palle, ottenendo l’82% di punti. Buono anche il rendimento con la seconda palla, con il 67% di realizzazione.

Pubblicità

Il tennista ascolano aveva superato con estrema facilità i primi due turni, superando rispettivamente il russo Nedelko (6-4, 6-2) e il tedesco Moraing (6-3, 6-4) grazie soprattutto ad un ottimo rendimento con il servizio, mai ceduto nei due match nei quali solo a Nedelko aveva concesso e poi annullato 4 palle break. Per Travaglia il passaggio del turno era fondamentale per non perdere punti e posizioni nel ranking, visto che lo scorso anno era entrato nel tabellone principale di Wimbledon, eliminato poi al primo turno (in 5 set) da Rublev.

Ma anche da un punto di vista economico la differenza è notevole, visto che chi è eliminato all’ultimo turno delle qualificazioni porta a casa 22.147 euro, cifra che praticamente si raddoppia (44.229 euro) in caso di ingresso nel tabellone principale ed eliminazione al primo turno. E sale ulteriormente a 71.447 euro per chi perde al secondo turno, salendo sopra i 100 mila euro dal terzo turno in poi.

Il tennista ascolano conoscerà il suo avversario al primo turno domani venerdì 29 giugno quando verranno sorteggiati i tabelloni principali maschile e femminile. Il torneo inizierà lunedì 2 luglio.

I SET. Parte subito bene Travaglia che ottiene il break nel game di apertura, sfruttando la prima opportunità. Praticamente il set si decide in quel primo gioco perché poi il tennista ascolano non concede nulla all’avversario sul proprio servizio, mettendo in campo il 64% di prime palle ed ottenendo ben 15 punti su 16 con il primo servizio. Buono anche il rendimento con la seconda palla (56%). Giannessi, dopo il break iniziale, concede poco con il servizio ma non riesce mai ad essere incisivo in risposta. Travaglia chiude (6-4) al primo set point in poco meno di mezzora.

II SET. Questa volta Giannessi tiene il servizio di apertura ma, dopo che Travaglia tiene a zero il suo turno di battuta, subisce il break a zero nel terzo game. Nuovi problemi al servizio nel quinto game, con il tennista ascolano che si porta 0-30 poi allunga il game ai vantaggi. Dove si procura e concretizza la palla per il doppio break. Nei turni di servizio di Travaglia praticamente non si gioca, nonostante la percentuale di servizio scende un po’ (57%). Ma il tennista ascolano nei suoi tre primi turni di servizio non concede neppure un punto all’avversario. Il primo e unico punto lo cede nell’ottavo game che chiude il secondo set (in 20 minuti) sul 6-2

III SET. Come nel primo parziale, il terzo set si apre subito con il break di Travaglia nel primo game. Giannessi questa volta riesce ad annullare la prima palla break ma alla seconda opportunità il tennista ascolano mette a segno il break. Arriva però la reazione del 28enne italiano che nel game successivo conquista la sua prima palla break che concretizza, portando il set di nuovo in equilibrio. Ma la parità dura un attimo, perché nel game successivo arriva il nuovo break di Travaglia. Ma Giannessi non cede e prova a restare in partita, procurandosi palla break in serie sia nel quarto che nel sesto game. Il tennista ascolano, però, riesce sempre ad annullarle e si porta sul 4-2. E nel game successivo si procura due palle per il doppio break che, però, Giannessi riesce ad annullare. Non cambia nulla, la fine della partita è rimandata solo di pochi minuti. Nel nono game Travaglia si procura tre match point, chiudendo con il punteggio di 6-3 alla prima occasione.

Pubblicità

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *