Bocciato o rimandato uno studente su tre nei Licei ascolani


Rispetto al 2017 diminuisce la percentuale di promossi e aumenta quella dei “rimandati a settembre” dei 5 Licei cittadini (Classico, Scientifico, Artistico, Scienze Umane, Linguistico). Non mancano polemiche e contestazioni per alcune evidenti disparità di giudizio

Sarà che quelli ascolani probabilmente sono più “ciucci” (per usare un termine che piace tanto ad alcune prestigiose penne…) rispetto agli studenti del resto del paese. O, magari, come accade per troppe cose che avvengono nel nostro paese, il racconto che viene fatto da “dotti, medici e sapienti” sui social e su molti mezzi di informazione non è per nulla rispondente alla realtà.

In un caso o nell’altro quello che è certo è che la scuola del “tutti promossi” non abita certo nel capoluogo piceno, almeno a giudicare dai risultati degli scrutini nei 5 licei cittadini (Classico, Scientifico, Artistico, Linguistico, Scienze Umane). Che hanno fatto complessivamente registrare una percentuale di promossi (67,2%) molto al di sotto della media nazionale dei licei (79%). Che poi, tra l’altro, il 21%  di bocciati o rimandati nei licei italiani non rappresenta certo una media così bassa (e negli istituti tecnici le percentuali di bocciati o rimandati salgono vertiginosamente) e, in ogni caso, non tale da supportare la tesi del “tutti promossi” così tanto in voga da qualche anno a questa parte.

Pubblicità

Un pilastro fondamentale (ma, come dimostrano i dati, non supportato dai dati) di quel pensiero manicheo che attribuisce ai genitori “brutti, sporchi e cattivi” tutte le colpe (in gran parte le hanno ma non sono certo gli unici…) di quel corto circuito che ha portato al mal funzionamento di tutte le agenzie educative (scuole, associazioni sportive, istituti religiosi).

Estate sui libri per quasi 500 studenti liceali

Tornando, invece, ai risultati degli scrutini va innanzitutto evidenziato come per quasi 500 degli oltre 1700 ragazzi che frequentano i 5 licei ascolani quella che è iniziata ieri (giovedì 21 giugno) sarà una calda estate di studio per cercare di ottenere, poi, a settembre quell’ammissione all’anno successivo che non sono riusciti a centrare a giugno.

Complessivamente su 1744 ragazzi che hanno frequentato i 5 licei cittadini sono 1173 (67%) i promossi, 489 (28%) i sospesi (“ rimandati a settembre”) e 82 (5%) i bocciati (in fondo all’articolo i dati per singolo liceo). Rispetto allo scorso anno è leggermente peggiorata la percentuale dei promossi (69% nel 2017), è cresciuta quella dei sospesi (25%) ed è leggermente diminuita quella dei bocciati (6%). Il Liceo che fa registrare la percentuale più alta di promossi è il Linguistico con il 73,3%, mentre è dello Scientifico la percentuale più elevata di sospesi (31,2%) e dell’Artistico quella dei bocciati (11,2%).

Un po’ a sorpresa e in controtendenza rispetto allo scorso anno, è nelle terze classi che complessivamente si registra la percentuale più bassa di promozioni (60%), mentre quella più alta (80%) è ancora nelle quarte classi. Rispetto al 2017, quindi, si riscontra un deciso miglioramento della situazione delle cosiddette “matricole”, con una percentuale complessiva di promozioni nelle prime classi pari al 61,5% rispetto al 59% dello scorso anno.

Fa eccezione il Liceo Scienze Umane dove, nelle prime classi, si registra addirittura una percentuale di promozioni inferiore al 50% (48%). In assoluto la percentuale più alta di promozioni si registra nelle quarti classi del Liceo Scienze Umane (92%) e del Liceo Classico (89%).

Polemiche e sospetti di classismo

Al di là delle cifre, inevitabilmente anche quest’anno non sono mancate polemiche e contestazioni. In particolare alcuni studenti e alcuni genitori hanno lamentato comportamenti non sempre limpidi in sede di scrutini, in qualche caso addirittura discriminatori con, a parità di condizioni, materie “abbonate” a qualcuno e, invece, non risparmiate ad altri, così come medie voto alzate a qualche fortunato/a (e ad altri nella stessa identica situazione no).

E’ chiaro che si tratta di un discorso delicato perché da un lato ci sono le comprensibili perplessità di chi ritiene di essere stato in qualche modo discriminato, mentre dall’altro c’è il fatto che in sede di scrutinio finale, nella valutazione di ogni singolo studente, si possono tenere in considerazione altri parametri e criteri di giudizio che non siano esclusivamente legati al dato numerico (il voto). Non è, quindi, facile esprimersi in proposito.

Certo, però, se poi con incredibile puntualità accade che il fortunato/a che improvvisamente si vede alzare la media voto è figlio/a di personaggi locali di spicco o di qualche noto professionista allora è inevitabile che qualche sospetto in più sorge. D’altra parte le preoccupazioni circa il preoccupante ritorno di forme di classismo in determinate scuole (in particolare nei Licei classici) le ha più volte espresse il Consorzio universitario “Almalaurea” che ha apertamente parlato proprio di un problema classismo (citando dati ed episodi) nelle proprie indagini annuali “Almadiploma”.

Di questo sarebbe importante discutere a fondo, invece che continuare a riproporre il “clichè” del “tutti promossi” che, dati alla mano è completamente fuorviante. Così come sarebbe interessante discutere e approfondire del livello di preparazione che forniscono le scuole medie, non sempre adeguato alla luce delle evidenti difficoltà che incontrano un po’ ovunque le “matricole”. Ma anche, a maggior ragione, di come i nostri licei preparano gli studenti ad affrontare poi l’Università.

In tal senso l’annuale indagine “Eduscopio” della fondazione Agnelli nel capoluogo piceno ha promosso il Liceo Scientifico Orsini e “rimandato” il Liceo Classico Stabili. Un esito che dovrebbe far riflettere… Di seguito nel dettaglio i dati relativi ai singoli licei.

LICEO CLASSICO F. STABILI

Meno bocciati e più “rimandati a settembre” al Liceo Classico ascolano che complessivamente vede crescere leggermente, rispetto al 2017, la percentuale di promossi ma anche quella dei sospesi, mentre diminuiscono drasticamente i bocciati. Aumenta anche la percentuale delle “matricole” promosse, con il secondo anno che resta il più problematico e il quarto quello che fa registrare la percentuale più alta di promossi (sia pure con un calo del 3% rispetto al 2017). Da sottolineare, tra l’altro, che due seconde classi su tre hanno fatto registrare esattamente il 50% di promossi e di sospesi, con la terza seconda classe che contribuisce poi ad alzare la percentuale complessiva dei promossi. Questi i dati complessivi:

263 promossi (71%) – 71 sospesi (27%) – 5 non ammessi (2%)

Prime classi: 69 promossi (66%) – 20 sospesi (29%) 3 non ammessi (5%). Seconde classi: 72 promossi (72%) – 28 sospesi (28%) 0 non ammessi (0%). Terze classi: 78 promossi (76,5%) – 19 sospesi (18,6%) 5 non ammessi (4,9%). Quarte classi: 50 promossi (89%) – 6 sospesi (11%) 0 non ammessi (0%).

LICEO SCIENTIFICO A. ORSINI

Meno bocciati e più “rimandati a settembre” anche al Liceo Scientifico, dove la percentuale di promossi cresce, arrivando fino al 65,6%, così come anche quella dei sospesi (31,2%). Inevitabile conseguenza, diminuisce sensibilmente il numero e la percentuale di studenti bocciati. Dati positivi, rispetto al 2017, anche per quanto riguarda le prime classi dove nel 2017 la percentuale di promossi non raggiungeva il 50% mentre quest’anno si attesta al 63%. Maggiori problemi, invece, con le seconde classi con appena il 53,8% di promossi e ben il 42,9 di sospesi. Sono due le classi (una terza e una quarta) nelle quali la percentuale di promossi non arriva al 50%, con (nella terza classe) ben 17 ragazzi su 29 “rimandati a settembre” (e 2 bocciati). Questi i dati complessivi:

421 promossi (65,6%) – 200 sospesi (31,2%) – 20 non ammessi (3,2%)

Prime classi: 105 promossi (63%) – 55 sospesi (33%) 7 non ammessi (4%). Seconde classi: 84 promossi (53,8%) – 67 sospesi (42,9%) 5 non ammessi (3,3%). Terze classi: 124 promossi (69,6%) – 47 sospesi (26,5%) 7 non ammessi (3,9%). Quarte classi: 140 promossi (77,1%) – 31 sospesi (22,1%) 1 non ammessi (0,8%).

LICEO ARTISTICO O. LICINI

 Scende un po’ la percentuale dei promossi, mentre crescono sensibilmente (rispetto al 2017) il numero e la percentuale dei bocciati, la più elevata tra i 5 Licei. Ad aumentarla in particolare le prime classi dove si registra una percentuale di bocciati superiore al 20% e, dato assolutamente insolito, maggiore rispetto a quella dei sospesi. Da segnalare il caso di una terza classe dove si registrano appena 7 promossi (35%).   Questi i dati complessivi:

189 promossi (64%) – 73 sospesi (24,7%) – 33 non ammessi (11,3%)

Prime classi: 49 promossi (61,2%) – 14 sospesi (17,5%) 17 non ammessi (21,3%). Seconde classi: 47 promossi (59,4%) – 24 sospesi (30,3%) 8 non ammessi (11,3%). Terze classi: 54 promossi (69,2%) – 19 sospesi (24,3%) 5 non ammessi (6,5%). Quarte classi: 39 promossi (67,2%) – 16 sospesi (27,5%) 3 non ammessi (5,3%).

LICEO SCIENZE UMANE

 Diminuisce un po’ la percentuale dei promossi e, di contro, sale quella dei sospesi. Sotto al 50% la percentuale di promossi nelle prime classe, numerosi “rimandati a settembre” anche nelle seconde e nelle terzi classi.   Questi i dati complessivi:

192 promossi (65,3%) – 88 sospesi (30%) – 14 non ammessi (4,7%)

Prime classi: 33 promossi (47,8%) – 32 sospesi (46,2%) 4 non ammessi (6%). Seconde classi: 50 promossi (63,2%) – 26 sospesi (32,9%) 3 non ammessi (3,9%). Terze classi: 49 promossi (60,4%) – 26 sospesi (32,1%) 6 non ammessi (7,5%). Quarte classi: 60 promossi (92,3%) – 4 sospesi (6,1%) – 1 non ammessi (1,6%).

LICEO LINGUISTICO

 Boom di promozioni per il Linguistico che ha la percentuale più alta tra i 5 Licei cittadini, con un incremento sensibile rispetto allo scorso anno e, al tempo stesso, una diminuzione della percentuale di sospesi e non ammessi. Una sola classe (una terza) ha una percentuale elevata di “rimandati a settembre”, il 45%, con solamente il 50% di promossi   Questi i dati complessivi:

184 promossi (73,3%) – 57 sospesi 22,7%) – 10 non ammessi (4%)

Prime classi: 46 promossi (66,6%) – 18 sospesi (26%) 5 non ammessi (7,4%). Seconde classi: 57 promossi (82,5%) – 10 sospesi (17,5%) 0 non ammessi (0%). Terze classi: 49 promossi (68%) – 20 sospesi (27,7%) 3 non ammessi (4,3%). Quarte classi: 42 promossi (79,2%) – 9 sospesi (16,9%) – 2 non ammessi (3.9  %).

Pubblicità

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *