Finalmente Lorenzo, splendida doppietta Ducati al Mugello


Lorenzo vince dominando la prima gara della carriera in Ducati davanti al compagno di squadra Dovizioso. Rossi completa il podio dopo un bel duello con Iannone, mentre Marquez finisce in terra e non prende punti

Jorge Lorenzo ce l’ha fatta, dopo un anno di delusioni ha vinto la prima gara della carriera in Ducati nel modo migliore possibile. Il cinque volte campione del mondo ha preso la vetta della gara alla prima curva poi ha allungato su tutti gli altri e ha vinto in solitaria portando la sua Ducati alla vittoria sulla pista di casa. E chissà che questa vittoria non possa cambiare il futuro del pilota spagnolo, che sembra vicinissimo al divorzio con la Ducati. Ma prima di lasciarlo andare gli uomini di Borgo Panigale farebbero bene a pensarci ancora un po’.

Secondo Andrea Dovizioso, a completare la splendida giornata della Ducati al Mugello. Il forlivese ha avuto un problema tecnico all’ultimo giro ma il vantaggio accumulato sul terzo era così ampio da permettergli di mantenere la sua posizione. Terzo il poleman Valentino Rossi che, visto lo strapotere Ducati, non poteva chiedere di più alla sua Yahama.

Pubblicità

Splendida gara delle Suzuki di Andrea Iannone e Alex Rins, quarto e quinto, a lungo in lotta con Rossi per il podio. Solo settimo Danilo Petrucci, scivolato indietro al via e risalito fino al terzo posto, che ha accusato un calo alle gomme nel finale. Caduto e senza punti il leader del mondiale Marc Marquez. Non pervenuti Maverick Vinales e Johann Zarco.

In classifica mondiale Marquez rimane fermo a quota 95. L’unico sotto alla gara di ritardo è Rossi a quota 72. Vista la superiorità Honda rispetto alla Yahama il campione di Tavullia ha poche speranze di rientrare nella corsa iridata. L’unica modo all’altezza della Honda sembra la Ducati ma sia Lorenzo che Dovizioso in classifica sono lontanissimi. Prossima gara tra due settimane a Barcellona.

LA CRONACA

Al via Lorenzo prende la vetta davanti a Rossi, Marquez, che ha mandato largo Petrucci, e Iannone. Al terzo giro Marquez passa Rossi e sale in seconda posizione. I primi quattro hanno qualche metro di vantaggio su tutti gli altri, mentre Petrucci è risalito in settima posizione ed è il più veloce in pista.

A 19 giri dalla fine i primi sette si ricompattano con Lorenzo sempre al comando. Poche curve e Marquez scivola in terra e riparte in ultima posizione. Intanto Dovizioso passa Iannone e sale in terza posizione. Petrucci intanto è risalito in quinta posizione.

A 17 giri dalla fine Dovizioso passa Rossi e si mette in scia al compagno di squadra. Il campione di Tavullia va lungo all’inizio del giro successivo e viene passato da Iannone. Lorenzo allunga su tutto il gruppo e si prende quasi un secondo di vantaggio.

Lorenzo continua ad allungare mentre Dovizioso stacca Iannone e le due Ducati vanno in fuga. A 12 giri dalla fine Petrucci passa Rossi e Iannone in un colpo solo, portandosi in terza posizione. Il pilota di Vasto è in crisi e cede anche al campione di Tavullia e a Rins.

Lorenzo continua ad allungare su Dovizioso mentre a nove giri dal termine Rins passa anche Rossi. A sette giri dalla fine lo spagnolo commette un errore e scivola in sesta posizione. Il giro successivo Rossi e Iannone passano Petrucci e salgono in terza e quarta posizione.

A quattro giri dalle fine Iannone passa Rossi ma va lungo e viene ripassato, mentre Petrucci intanto è stato passato anche da Rins e Cruthclow. Al penultimo giro Iannone ci riprova ma Rossi rimane davanti. All’ultimo giro Dovizioso ha un problema tecnico ma resiste. Lorenzo vince davanti a Dovizioso, Rossi e Iannone. (DDS)

Pubblicità

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *