Stefano Travaglia avanza a Marsiglia e sfida l’ex numero 4 al mondo Berdych


In poco meno di un’ora il tennista ascolano liquida con un duplice 6-2 il 18enne francese Hugo Gaston al primo turno del torneo Open Provence 13 di Marsiglia. Al secondo turno l’attende l’ex numero 4 al mondo e attuale 17 nel ranking Atp, Tomas Berdych

Tutto facile per Stefano Travaglia che al primo turno del torneo Open Provence 13 di Marsiglia supera con un duplice 6-2 la wild card francese Hugo Gaston, guadagnando l’accesso al secondo turno. Dove troverà l’ex numero 4 al mondo e attuale n. 17 della classifica mondiale, il ceco Tomas Berdych.

Un’ottima prova per il tennista ascolano che contro il diciottenne francese partiva con i favori del pronostico, vista la classifica, con tutti i rischi che una simile situazione può comportare. Travaglia, invece, è stato bravo ad incanalare la partita subito nei binari giusti, facendosi aiutare nei rarissimi momenti difficili dal servizio. Significativo il fatto che il tennista ascolano non ha concesso neppure una palla break all’avversario, trovando quasi sempre l’ace o il servizio vincente nelle occasioni in cui l’avversario si è fatto minaccioso in risposta. Già nella sfida decisiva di ieri delle qualificazioni il servizio era stato decisivo, con ben 25 ace messi a segno e nessun break concesso. Oggi il numero degli ace si è fermato a 9, con Gaston incapace anche di crearsi l’occasione per il break.

Pubblicità

Che Travaglia fosse deciso e concentrato lo si capisce sin dalle prime battute del match. Nel primo game, con il francese al servizio, risale da 30-0, annulla una palla game all’avversario e alla prima occasione centra subito il break, mettendo immediatamente il match in discesa. Confermato il break grazie a due ace, il tennista ascolano mette al sicuro il set nel quinto game nel quale annulla una palla game a Gaston e alla terza opportunità ottiene il secondo break, che gli consente poco dopo di andare a servire per il set sul 5-2 in suo favore.

E, nonostante un doppio fallo sul primo set point, di chiudere alla seconda opportunità. In avvio di secondo set il francese, dopo un game molto combattuto, con un ace tiene il servizio e si porta per la prima avanti, sull’1-0. Travaglia replica immediatamente e nel game successivo, nonostante il doppio fallo iniziale, con due ace si porta sull’1-1. Il terzo è il game decisivo del set. Dopo una serie di scambi molti combattuti Gaston ha due opportunità per portarsi ancora avanti. La prima l’annulla brillantemente il tennista ascolano, la seconda la sciupa il giovane francese con un doppio fallo.

Travaglia ne approfitta immediatamente, conquista una palla break e chiude il game, portandosi avanti di un break. Gaston nel game successivo prova a riprendersi il break ma sul 30-30 l’ascolano gioca alla perfezione i due punti successivi e si porta sul 3-1. Il francese accusa il colpo e cede nuovamente il servizio, questa volta a zero, così come a zero il tennista tiene il successivo turno di servizio. Il 18enne francese riesce a tenere il successivo turno di servizio, portandosi sul 5-2 ma Travaglia non trema e chiude set e partita alla prima opportunità, un minuto prima dello scoccare della prima ora di gioco. Come nella partita di ieri il tennista ascolano chiude con ottime percentuali al servizio, con il 57% di prime palle in campo (con appena 4 punti persi quando ha messo in campo la prima palla) e buoni numeri anche con la seconda palla, con la quale ha ottenuto il 67% dei punti giocati.

Al di là del valore dell’avversario, si tratta di un successo molto importante per Stefano Travaglia che gli permetterà di guadagnare punti e posizioni nel ranking Atp. E, soprattutto, gli consentirà di confrontarsi con Berdych in una partita ovviamente dal pronostico chiuso ma nella quale il tennista ascolano non ha nulla da perdere. L’incontro è in programma giovedì 22 febbraio e quasi sicuramente si disputerà sul campo centrale.

Pubblicità

comments icon 0 comments
bookmark icon

Write a comment...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *